Cronaca

Terlizzi, abusivismo edile; sequestro area 10mila mq adibita a cava

Di:

Controlli Guardia di Finanza (st)

Terlizzi – MILITARI della Tenenza della Guardia di Finanza di Molfetta hanno sequestrato un’area di oltre 10mila mq adibita a cava abusiva, 415 blocchi di pietre lavorate per l’edilizia e 2 escavatori, deferendo alla competente ag un responsabile.

In particolare, nel corso si specifica attivita’ info-investigativa, militari della tenenza avevano modo di apprendere che il titolare di un’impresa agricola con sede in terlizzi, in mancanza delle prescritte autorizzazioni – soprattutto nelle ore notturne – si dedicava con l’impiego di operai ed escavatori ad estrarre materiale roccioso da un terreno sito in Terlizzi, che a seguito di lavorazione veniva trasformato in pietre ornamentali per l’impiego in edilizia – cosiddette chiancanelle. Per non destare sospetti, lo stesso con l’approssimarsi delle prime luci dell’alba, usava coprire con il terreno le escavazioni effettuate durante la notte.

Sulla base di quanto acquisito, militari della tenenza di molfetta, con l’ausilio di una pattuglia e di un elicottero del roan di bari, intervenivano nella cava interrompendo il perpetrarsi dell’attività abusiva, denunciando il titolare dell’impresa e sottoponendo a sequestro l’intera area, i mezzi e le pietre già pronte per essere cedute. Due dei dipendenti rinvenuti sul posto di lavoro, sono risultati completamente in “nero”.

Al termine delle attivita’, il titolare della ditta e’ stato denunciato alla competente autorita’ giudiziaria per I REATI DI CUI AGLI ART. 734 C.P. E 31 DEL DPR N. 380/2001. Sono in corso ulteri accertamenti per stabilire se tutto il materiale estratto, una volta lavorato, sia stato regolarmente ceduto.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi