ManfredoniaStato news
Interrogativi di una donna relativamente ad un presunto caso in un istituto

Manfredonia, mamma: “derattizzazione scuola già a settembre?”

A fine settembre 2014 l'ordinanza del sindaco di Manfredonia

Di:

Manfredonia – “CARO Statoquotidiano; vorrei segnalaVi un episodio avvenuto presso (un istituto scolastico di Manfredonia,ndr): qualche giorno fa alcuni alunni si (sarebbero,ndr) ritrovati sui propri banchi di scuola degli escrementi ‘presumibilmente’ di topi, difatti poco dopo è stata prevista la derattizzazione. Mi chiedo: ma se l’emergenza topi era già nota da tempo a Manfredonia, perchè si (sarebbe,ndr) deciso solo ora di procedere alla derattizzazione e non prima dell’apertura della (citata,ndr) scuola? (..) Gradirei Vostri approfondimenti sul caso. Grazie. Una mamma”. (Rubrica ‘Dillo a Stato’, Manfredonia, 12 novembre 2014).

Una richiesta di informazioni – protesa a maggiori delucidazioni e chiarimenti relativi al caso indicato – è stata inviata all’assessorato al ramo. “Come disposto dall’ordinanza sindacale – dice a Stato l’assessore Antonella Varrecchia – il dirigente scolastico può attivarsi nei limiti dei 6 mesi indicati; naturalmente per quanto riguarda la disinfestazione degli istituti è stata predisposta prima della partenza delle lezioni; come Amministrazione continuiamo a monitorare i singoli istituti restando perennemente in contatto con la Dirigenza scolastica”.

Derattizzazione nel territorio. La recente ordinanza del sindaco di Manfredonia. Si ricorda come, in seguito alle segnalazione dei cittadini per la presenza di topi in città (ma non vi erano stati riferimenti ad alcun istituto scolastico,ndr) a fine settembre 2014 era stata pubblicata una ordinanza sindacale per interventi di derattizzazione nel territorio di Manfredonia.

IL TESTO DELL’ORDINANZA. Il sindaco, premesso che:
• pervengono numerose ed allarmate segnalazioni di cittadini relative alla diffusa presenza di ratti sul territorio;
• a tutela della salute pubblica è necessario disporre interventi di derattizzazione da eseguire su tutti gli immobili (edifici, costruzioni, spazi di proprietà pubblica e/o privata) situati sul territorio comunale;
Sentito il Dirigente del S.I.S.P. Area Nord dell’A.S.L. FG come da nota del 23-9-2014, con la quale, in riscontro alla segnalazione dello scrivente sulla presenza di numerosi ratti nel territorio comunale, trasmessa il 22-9-2014, prot. 30412, constatava l’effettiva situazione di pericolo igienico-sanitario correlata all’incremento della popolazione murina sul territorio cittadino;

Ravvisata l’opportunità e l’urgenza di mettere in atto ogni possibile intervento utile per arginare siffatto fenomeno, allo scopo di tutelare l’incolumità e l’igiene pubblica e privata; Visto l’art. 50 del T.U.E.L approvato con D.L.vo 18/8/2000 n. 267;

ORDINA A TUTTE/I
• le Amministrazioni proprietarie di infrastrutture che insistono sul territorio comunale (tra cui: Acquedotto Pugliese, Ferrovie dello Stato, ANAS, Autorità Portuale, Genio Civile delle opere marittime);
• le imprese che hanno cantieri aperti nel territorio comunale;
• i proprietari e/o a coloro che a qualsiasi titolo abbiano disponibilità di immobili in stato di degrado o di abbandono (locali, fondi rustici, spazi destinati a giardini, ecc.) siti nel territorio comunale:

1. di procedere a loro cura, spese e responsabilità, all’integrale derattizzazione degli immobili anzidetti, con particolare attenzione ai locali che costituiscono ricettacolo di rifiuti, quali: scantinati, soffitte, sottotetti, spazi destinati a giardini e a verde in genere, distacchi, cunicoli, gallerie, intercapedini, ruderi, depositi o fosse per la raccolta dei rifiuti, reti fognarie e letti di corsi d’acqua;

2. di provvedere a quanto disposto dal precedente punto 1) entro e non oltre mesi 6 (sei) dalla data di emissione della presente Ordinanza, avvalendosi, per l’esecuzione, esclusivamente di ditte specializzate in materia di derattizzazione, regolarmente iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura;

3. di effettuare almeno 3 (tre) trattamenti ad intervalli non inferiori a giorni 30 (trenta) e non superiori a giorni 60 (sessanta) l’uno dall’altro; il primo trattamento dovrà essere effettuato entro giorni 60 (sessanta) dalla data di emissione della presente Ordinanza;
4. di far pervenire al Settore Ecologia-Ambiente, Servizio “Attuazione Politiche Ambientali”, entro giorni 8 (otto) dal termine del ciclo di derattizzazione, apposita certificazione, rilasciata dalla ditta come indicato al punto 2), comprovante l’avvenuta disinfestazione e specificante i mezzi tecnici utilizzati;

AVVERTE
che oltre ai sistemi di derattizzazione diretta dovranno essere attuati sistemi di derattizzazione passiva atti a prevenire la diffusione dei topi, evitando di accumulare in cantine, magazzini e spazi a cielo aperto, rifiuti e oggetti che possano favorire la loro nidificazione, anche eliminando aperture in scantinati e sottotetti nonché sterpaglie e rovi in cortili e spazi aperti.

DISPONE
che la presente ordinanza sia pubblicata all’Albo Pretorio e sul sito istituzionale dell’Ente e sia immediatamente eseguita ed inviata al Settore LLPP. comunale, all’A.S.E. S.p.A., all’A.SL Foggia, al Comando di Polizia Locale, al Commissariato di P.S., al Comando Carabinieri ed al Comando Guardia di Finanza, incaricati dell’osservanza, nonché all’Acquedotto Pugliese, alle Ferrovie dello Stato, all’ANAS, all’Autorità Portuale, al Genio Civile delle opere marittime.

Così come reso noto l’ufficio stampa del Comune di Manfredonia.

(ph: http://media.ecoblog.it/)

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Manfredonia, mamma: “derattizzazione scuola già a settembre?” ultima modifica: 2014-11-16T13:14:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Avvocato

    Chi scrive si prenda le responsabilità e le conseguenze di questa lettera


  • Libero Speranzoso

    Erano anni che non si parlava di topi. Quest’anno ci sono state diverse segnalazioni. Alla mia amica è capitata una “..” vicino al box e ha subito segnalato all’Ase che sono intervenuti il giorno seguente…Booh?!?
    Per l’avvocato che si è laureato a Cool Minetti Perlaria, collabora a trovare la soluzione ..


  • semprevigile

    Sembra quasi impossibile che a Manfredonia succede questo fenomeno atteso che qui ci sono tanti….. “Pifferai”….. di professione p…….


  • Non sarà più così!

    Signora non si preoccupi, se le circostanze denunciate si sono realmente verificate come lei sostiene, quest’anno allora sarà l’ultimo in cui questi disagi saranno stati registrati dalla Cittadinanza. Per l’assessore al ramo si sta per avvicinare la scadenza del mandato. Personalmente mi auguro che non ripeta più questa esperienza. Ritengo che, per come ha svolto la sua funzione a mio giudizio, la Città ne potrà tranquillamente fare a meno!


  • Abitante del Rione Croce

    Perchè minacciate la cittadina che ha scritto? C’è la scuola Croce chiusa da sabato oltre alla disinfettazione cercate di bonificare i paraggi dell’entrata di Via Daunia dove c’è un pingone ciclopico! Vergogna !!a chi aspettate ad intervenire?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi