Maestro elementare di 58 anni deceduto il 4 agosto 2009

Morte Mastrogiovanni, condanne per medici e infermieri

"In quei giorni e quelle notti, quel reparto psichiatrico da luogo di cura divenne in sostanza luogo di tortura"

Di:

Roma. Il 15 novembre 2016 la Corte d’appello di Salerno ha emesso la sentenza per la morte di Francesco Mastrogiovanni, il maestro elementare di 58 anni deceduto il 4 agosto 2009 nel reparto psichiatrico dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, dopo quasi 90 ore di agonia.

La Corte d’appello ha confermato le condanne nei confronti di sei medici e ha condannato anche 11 infermieri che erano stati assolti in primo grado.

Appresa la sentenza, Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Pur tenendo conto dei diversi ruoli e graduando di conseguenza le pene inflitte, la sentenza non solo ribadisce che a Vallo della Lucania sette anni fa successe qualcosa di estremamente grave ma, a differenza del giudizio di primo grado, riguarda anche gli infermieri, al punto che risultano essere coinvolte ben 17 persone. In quei giorni e quelle notti, quel reparto psichiatrico da luogo di cura divenne in sostanza luogo di tortura. A fronte di questo, non può che lasciare perplessi il fatto che tutti i condannati hanno beneficiato della sospensione della pena e della revoca dall’interdizione dei pubblici uffici”.

“Pur tenendo conto dei diversi ruoli e graduando di conseguenza le pene inflitte, la sentenza non solo ribadisce che a Vallo della Lucania sette anni fa successe qualcosa di estremamente grave ma, a differenza del giudizio di primo grado, riguarda anche gli infermieri, al punto che risultano essere coinvolte ben 17 persone. In quei giorni e quelle notti, quel reparto psichiatrico da luogo di cura divenne in sostanza luogo di tortura. A fronte di questo, non può che lasciare perplessi il fatto che tutti i condannati hanno beneficiato della sospensione della pena e della revoca dall’interdizione dei pubblici uffici”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati