Manfredonia
Manfredonia ha detto" NO" al deposito della società Energas Q8

Comitato NO Referendum costituzionale “Dopo Energas, continua sulla retta via”

Di:

Manfredonia 16 novembre 2016. Manfredonia ha detto” NO” al deposito della società Energas Q8. Il rilevante dato sull’affluenza alle urne 25.729 votanti pari a 52.33% degli aventi diritto, ha fatto sobbalzare dalla sedia gli esperti nel settore; mai prima d’ora, si era vista una partecipazione cosi alta ad un referendum consultivo. Il dato ancor più incredibile riguarda i 24.613 votanti che hanno messo una bella croce sul NO contro i 1.029 che hanno votato SI.

Come Comitato speravamo in un buon risultato referendario e i cittadini di Manfredonia hanno risposto in massa, facendo registrare numeri ragguardevoli, a dimostrazione che questa popolazione, quando vuole, sa unirsi e fare la dovuta differenza e di certo non ascolta il canto delle false sirene, per compiere il proprio dovere civico, con la buona intenzione di salvare la città dall’invasione di megadepositi e navi gasiere che qualcuno sicuramente auspica di vedere concretizzati sul territorio.

Ora che il primo No è stato scritto, bisogna continuare a seguire la giusta via, votando “No”anche al referendum del 4 dicembre sulle Modifiche Costituzionali. Se dovesse passare questa brutta e forviante riforma, verrebbero sconvolte le autonomie locali di Regioni e Comuni e la competenza decisionale in materia territoriale passerebbe al Premier di turno che ovviamente, come capo supremo del governo, potrebbe decidere di cestinare il parere espresso dai cittadini mediante la consultazione referendaria, contro gli insediamenti a rischio di incidente rilevante e, di conseguenza, concedere i relativi permessi.

Per questi motivi, ribadiamo quanto importante sia andare a votare Il 4 dicembre, e votare ancora “No” alla cattiva e riforma costituzionale, senza farsi trascinare da chi oggi vive una situazione di ambiguità politica, avendo votato “No” a Energas per poi votare Si alla riforma voluta da Renzi. Questa dicotomia fa capire anche le trame politiche i cui capi sono annodati a doppio filo, affinché la politica possa legiferare da sola, senza ascoltare il parere dei cittadini e senza pagare il dovuto conto.

COMITATO PER IL NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE – MANFREDONIA



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • UN NO PER SALVARE MANFREDONIA E L'ITALIA


  • verità vera

    GLI ITALIANI VOTERANNO SI..SVOLTA A NUOVA LINFA..


  • MN

    Per verità vera:
    Il tutto è falso, il falso è tutto soprattutto se mescolato a un po’ di vero, il falso è un trucco, un trucco tremendo per non farci capire questo strano mondo questo assurdo mondo


  • Manfredonia in Movimento


  • Antonella Umbriano

    Votare si alla riforma, per un manfredoniaNO, sarebbe un contro senso, dopo il successo del 96% dei NO a energas, bisogna continuare e confermare il proprio NO anche alla brutta riforma costituzionale affinché il diniego espresso da noi tutti resti valido e dia i suoi frutti sul tavolo di chi è preposto a decidere presso il Mise.
    Questa riforma che Renzi sta vendendo è una riforma scritta male, di difficile comprensione, ma soprattuto essa è tutt’altro di ciò che il premier promette essere, è ingannevole affermare che abbatte i costi della politica, la Ragioneria dello stato ha smentito renzi anche su questo, se renzi voleva abbattere i costi della politica doveva approvare la proposta fatta dal movimento 5stelle sui tagli degli stipendi ai parlamentari, proposta di legge votata e bocciata da tutti i deputati Pd- pdl, ora riflettete se davvero renzi voleva tagliare i costi della politica , bastava votare Si alla proposta sul taglio degli stipendi, lui invece ha votato e fatto votare NO, questo deve indurre a riflette sulla demagogia di questa riforma e di chi la propone, essa serve solo a togliere potere decisionale al popolo, soffocare la voce dei cittadini, togliere rappresentatività agli elettori.
    Informatevi.
    #IosonomanfredoniaNo
    #erivotoNO


  • Zuzzurellone Sipontino

    Sarebbe incoerente, a mio avviso, aver votato no al bombolone e votare si alla riforma costituzionale che istituzionalizza un centralismo ormai fuori luogo e che farebbe piovere dall’alto decisioni a cui i territori non potranno opporsi. Europa, stato centrale, che sò deposito definitivo scorie nucleari di terzo livello , che sò sulla murgia. Così per dire. Un doppio sonoro NO.


  • POLITICA SIPONTINA IPOCRITA E FALSA! EX ELETTORE PD DISGUSTATO

    Signora Antonella ci sono politici locali che fanno il doppio gioco!
    Il Pd locale oltre a trascinarci in questa situazione drammatica che ci sta creando incubi da molto tempo dei membri di Manfredonia fanno la campagna del SI e questa la dice lunga sulla loro IPOCRISIA! VOGLIONO IL SI cosi buttarenno la colpa al Governo si ripareranno dietro la nuova costituzione che imporrà anche una centrale nucleare in piazza duomo e regioni e comuni non avranno più voce in capitolo. Forse tu mi capisci che cosa voglio dire. Sono ipocriti e pericolosi. Ci credono tutti scemi da ammaestrare! Porco demonio gli faccio vedere io alle prossime elezioni!
    Non sanno che se il Progetto energas andrà avanti la gente li andrà a prendere al palazzo o li aspetteranno sotto casa e ci saranno inchieste mirare per metterli alla gogna pubbilica come minimo! Sconcertante come -fa un politico di Manfredonia che ha fatto un referendum cittadino a difendere manfredonia e poi predica il SI alla riforma diRenzi!! Altro che i traditori del Miramare, abbiamo anche altri traditori politici di ben altro spessore di ipocrisia!

  • Ma vi piace tanto il sadismo del passato?. Votate SI per cambiare il vecchio che è stato abbominevole. SI


  • Saverio

    Collegare l’energas al referendum costituzionale è quanto di più subdolo e falso si possa fare, vergognatevi!!!

    Quelli che vogliono il no sono in crisi d’astinenza da poltrone. Solo per quello dicono di votare No ad una riforma che inizialmente condividevano.
    Gli frega un cavolo del bene del Paese.

    si = chi vuole cambiare, vuole una società migliore
    no = chi vuole rimanere nella palude, vuole che le cose restino come stanno.

    Basta pensare che al bel gruppetto che hanno fatto i no,
    i dilettanti Grillini, D’Alema, Berlusconi, Pomicino, CasaPound e Salvini.

    Ma se adesso sono tutti insieme appassionatamente e potrebbero far vincere il no, alle elezioni (del 2018, solo gli illusi possono pensare che si voti prima) dovranno andare ognuno per conto proprio, e nei sondaggi il PD è ancora il primo partito d’italia con il 31,5% (gli ultimi sondaggi politici di EMG al 19 ottobre 2016).


  • IL GIULLARE SIPONTINO

    ABBOMINEVOLE???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????? STO SPANCIANDO DALLE RISATE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    VAI ALLA SQUOLA ELEMENDARE PRIMA DI VOTARE!!!!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAH


  • non se ne può più

    @ mister abbominevole il SI per riciclare il passato e una bella immunità parlamentare e permetterli di continuare a rubare e non andare in galera.


  • Padri Costituenti

    Definire il ddl renzi-boschi-verdini, una riforma per cui modificare la Costituzione, questa è una vergogna, vergognoso è chi l’ha scritta, traditore è chi la sostiene.


  • Michele

    Ho votato no a energas ma voterò convintamente si alla riforma costituzionale!!! E questo giornale online, ogni tanto dovrebbe anche scrivere articoli a sostegno delle ragioni del so, per par condicio… saluti (come facciamo sin dall’apertura del giornale, restiamo a disposizione di tutti, come sempre,ndr)

    http://www.statoquotidiano.it/17/11/2016/bordo-vittoria-no-referendum-scenario-confusione/503909/
    http://www.statoquotidiano.it/14/11/2016/referendum-sindaco-firenze-nardella-monte-santangelo/503241/
    http://www.statoquotidiano.it/07/11/2016/referendum-matteo-orfini-capitanata-10-novembre-sostegno-del-si/501705/


  • Luigi

    Si, la facciamo scrivere al comico dei grillini la riforma della costituzione.

    Bisogna abolire il bicameralismo perfetto, siamo gli unici al mondo ad avere un iter tanto lungo per approvare le leggi.

    Io voto SI


  • antonella

    Luigi scrivi cose inesatte, la legge fornero, quella sulle pensioni è stata varata in 17 giorni, questo vuol dire che quando i politici vogliono fanno tutto in breve tempo, non fatevi ingannare. Il problema in italia sono i politici non la costituzione.
    #iorivotoNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati