Manfredonia
Lo rende noto l'Ufficio stampa del Comune

Deposito gpl Energas, sindaco Manfredonia deposita dossier a Bruxelles

Riccardi a Bruxelles, sulle ali del mandato referendario, per consegnare denuncia di presunta violazione, da parte dello Stato Italiano, delle norme comunitarie

Di:

Manfredonia. La vicenda che contrappone la città di Manfredonia all’Energas travalica i confini nazionali e approda all’attenzione della Commissione Europea. Nel pomeriggio odierno, infatti, il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, è volato a Bruxelles, sulle ali del mandato concessogli a furor di popolo nel referendum comunale, per consegnare, all’attenzione del Segretario generale dell’organo esecutivo dell’Unione Europea, una denuncia per presunta violazione, da parte dello Stato italiano, della Direttiva del Consiglio relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche.

Riccardi, con la fattiva collaborazione dell’europarlamentare Elena Gentile “che ringrazio per il vivo interessamento alla vicenda e il contributo sin qui apportato” – rimarca il sindaco di Manfredonia – attivatasi immediatamente presso gli uffici della Commissione per favorire un incontro tra il Comune di Manfredonia e la Commissione stessa. Poche pagine ma di alto valore e impatto, quelle del dossier preparato sulla proposta di realizzazione di un impianto di deposito costiero di GPL, a sud dell’area industriale, in una zona caratterizzata dalla forte presenza di elementi di naturalità e rientrante nel SIC “Valloni e steppe pedegarganiche”.
Il sindaco Riccardi, supportato dall’ingegnere Antonello Antonicelli, è stato ricevuto, alle ore 16, dalla Direzione generale Ambiente della Commissione Europea composta da: Aurel Ciobanu Dordea, direttore dell’Unità E Implementazione e supporto agli Stati membri; Heidi Fuhrermann, assistente amministrativo del direttore; Ion Codescu, capo dell’Unità 1 Implementazione ambientale.

Dopo un breve excursus temporale per illustrare come si è arrivati, attraverso ricorsi e contenziosi giudiziari, alla situazione attuale, si è entrati nel vivo con la spiegazione delle ragioni per cui la Città di Manfredonia, che ha già presentato ricorso presso il TAR Puglia contro il decreto ministeriale n.295/2015, la deliberazione di giunta regionale n.1361/2015 ed il parere del Ministero dei Beni Culturali, ritiene che lo Stato possa aver commesso violazione delle norme comunitarie: il decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare n.295/2015 viola le previsioni della Direttiva 92/43/CEE, con particolare riferimento all’art.6, perché si basa su presupposti che l’Amministrazione considera errati.

In particolare, si contesta la realizzazione dell’impianto nella zona DI 49 che non è mai stata attrezzata ad area industriale e presenta rilevanti elementi di naturalità conservati allo stato in forma integra.

“A ciò si deve aggiungere – argomenta ancora il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi – che l’attrezzamento dell’area industriale di Manfredonia è stato sottoposto a procedura di infrazione comunitaria per mancato rispetto della Direttiva Habitat. Successivamente ad una serie di iniziative poste in essere dalla Regione Puglia e dal Comune di Manfredonia, tra le quali la conversione di 500 ettari a pascolo, è stata disposta l’archiviazione di tale procedura di infrazione, non determinando, tuttavia, la deperimetrazione dell’area SIC”.

“Nel decreto ministeriale impugnato – conclude Riccardi – si lascia intendere che l’attrezzamento dell’area DI49 a zona industriale sia stato già compensato e ‘sanato’. Noi riteniamo, invece, che l’infrazione e la relativa compensazione abbiano riguardato l’area effettivamente attrezzata (che ha prodotto sottrazione di habitat) e, quindi, esclusivamente le aree denominate DI46 e PIP, non certo la DI49. In tal senso, determinando un ulteriore consumo di habitat, la realizzazione dell’impianto Energas esporrebbe lo Stato Italiano all’apertura di una nuova procedura di infrazione comunitaria”.

La Commissione Europea valuterà la denuncia, per decidere se avviare una procedura formale di infrazione nei confronti dello Stato Italiano. Se la Commissione deciderà che la denuncia è fondata e avvierà la procedura formale di infrazione, stabilirà un canale diretto con il sindaco Riccardi, in quanto denunciante, e invierà aggiornamenti sull’avanzamento del caso. E, qualora la Commissione Europea deferisce uno Stato membro alla Corte di giustizia e vince la causa, lo Stato membro dovrà adottare tutte le misure necessarie per porre rimedio all’infrazione.
Il sindaco aveva annunciato, nel commento dell’esito referendario, che “le azioni della Città diventeranno sempre più forti ed incisive, in tutte le sedi possibili, se l’azienda non farà passi indietro”. E, sulla scorta della denuncia presentata a Bruxelles, possiamo ben dire che l’opposizione della comunità sipontina al mega-deposito di GPL non conosce confini, meno che mai geografici!.

Lo rende noto l’Ufficio stampa del Comune di Manfredonia



Vota questo articolo:
55

Commenti


  • No gpl


  • IL GIULLARE SIPONTINO

    RICCARDI IN GRANDE SPOLVERO E VAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    STA DIVENTANDO IL SINDACO PIU’ FAMOSO DEL MONDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    HANNO SVEGLIATO IL LEONE SIPONTINO!!!!
    VAI RICCARDI IL POPOLO E CON TE!! DISTRUGGI IL NEMICO!!!!!


  • Il dado è tratto!

    Il dado è tratto! Ora è guerra totale tra Manfredonia e i poteri forti!
    Tutti uniti! Tutti compatti a fianco del governatore di Manfredonia!


  • Indignato

    Bravo sig. Sindaco!!!


  • Serena

    Caro professore impara . Grande il nostro SINDACO.


  • ManfredoniaNO

    in grande spolvero anche la gentile


  • Colui

    Questa é una ulteriore conferma che in Italia la guerra è persa, cioè le autorizzazioni sono a favore di Energas


  • Manfredonia in Movimento

    Azione encomiabile, onore al merito.
    Ricordiamo anche che la Seveso 3 è stata ignorata dal CTR. La Seveso 3 è il recepimento della direttiva europea di Aarthus


  • Lettore

    Spero si sia portato dietro le bellissime foto eloquenti della zona di San Spiriticchio che ho potuto vedere quest’estate nel palazzo dei Celestini.


  • Angelo

    Un pò di merito di Antonicelli vogliamo riconoscerglielo?
    Un dubbio: se l’Amministrazione voleva seguire questa strada (che ha un suo fondamento) era necessario spendere soldi per il referendum?


  • COMPATTI CONTRO NOENERGAS

    Sipontini adesso restiamo uniti per le prossime iniziative,il 96% dei consensi non e’ un caso,la citta’ di Manfredonia non vuole Energas,abbiamo gia’ pagato con Enichem,oggi saremmo davvero un’altra cosa se non fosse stato fatto quell’errore.VIVA MANFREDONIA compatti contro Menale e Apollonio, e quei -del Pd che l’hanno incontrato di nascosto.

  • Questo è IMPEGNO questa è Politica con la P maiuscola e così che si riconquista la gente


  • Elsa

    A Bruxelles si faranno tante risate !
    Hahahaha


  • IL BELLO

    Domanda.
    E’ vero che qualcuno più di una volta si è incontrato in quel di Benevento con Menale?


  • Belle parole

    A furor di popolo? Veramente il no è la minoranza. Astenuti e contrari sono di più. P.s. ma andando a Bruxelles si ferma in svizzera?


  • antonella

    Ma bravo il sindaco!!! finalmente si è inteso fare qualcosa di utile e serio per la città, basta con i messaggini compassionevoli, ora subito la revoca in autotutela della delibera regionale a firma di Vendola, del 5giugno 2015, e di conseguenza il deposito del diniego della popolazione di manfredonia all’installaziine di gpl, presso il Mise.
    dolce in fondo, il 4 dicembre si vota tutti NO alla riforma Costituzionale per rafforzare il No a Energas.
    #iorivotoNO


  • Antonello Scarlatella

    Al netto delle polemiche di tutte le forze politiche rissose che invece di affiancare Riccardi in questa annosa questione continuano imperterriti a usare un atteggiamento alquanto puerile e dannoso per la collettivita ,
    Debbo dire che Riccardi sta facendo un ottimo lavoro sulla questione Energas.
    Senza l intervento del primo cittadino di Manfredonia non avremmo raggiunto neanche il 25 per cento dei votanti.
    Se poi le forze politiche “rissose” fossero state un po più zitte nelle accuse, quali, i giochi sono già fatti…ecc ecc, probabilmente il risultato sarebbe andato ben oltre il 60 per cento.
    La critica si, se è fatta con intelligenza e spirito costruttivo ma non e mai deve essere avvolta in odi personali. Una politica matura dovrebbe avere quella onestà intellettuale tale da riconoscere quando le persone, gli uomini operano in modo eccellente come sta facendo ad oggi il Sindaco Riccardi sulla questione Energas.
    Uniti si vince, non facendo lotte uomo contro uomo soltanto per saziare il proprio spirito di protagonismo.
    Lo spirito di protagonismo non produce nulla per la collettività tranne che confusione e disorientamento.
    Quando si lavora bene bisogna dare merito.
    Bravo Riccardi.


  • Dino non ha voluto accontentare nessuno

    Proprio come Lannes. Bravo. La stessa cosa. Ma ora lui dirà che è Lannes che ha copiato. E’ cominciata la campagna elettorale per Roma, Pescara e 5 stelle permettendo. Si parla di Energas perchè se si deve parlare di lavoro a manfredonia si girerebbe il discorso sul turismo. Speriamo che va a roma, speriamo per il bene di manfredonia. Ha trovato il cavallo di troia per fare clamore. Ora sarà un crescendo, pur di non risolvere problemi qui, finchè la gente ne avrà le palle piene e aprirà gli occhi.


  • Vincenzo

    Il dirigente Antonello antonicelli che tempo fa quando rivestiva il ruolo di dirigente all’ambiente della Regione Puglia emano’ parere favorevole all’impatto ambientale a favore dell’energas ?
    Prego verificare se avessi avuto informazioni sbagliate ?


  • La figlia del fotografo

    Ancora una volta,AngeloRiccardie’ilmiosindaco#perdire


  • Domenico

    Non ho votato questo sindaco e non conosco la persona, pero oggi sento di apprezzare la tenacia con cui sta affrontando la questione. Interessante anche la perizia difensiva , nel divincolarsi tra leggi e sedi opportune si manifesta competenza. Mi piace,buona fortuna


  • svolta

    Scusate ma questi presupposti stavano già prima del referendum, chiedo: perché non si è attivato da subito con tale, necessaria, iniziativa ?


  • Dilettante

    Bravo Sig. Sindaco. Il mio bravo è sincero.


  • albertino

    ora neanche la campagna denigratoria dei 5stelle per votare no il 4 dicembre a senso, con questo atto del sindaco e con l’onorevole che non si farà passare sotto il naso eventuali imbrogli di palazzo il 4 DICEMBRE BISOGNA VOTARE SI e dare forza a un nuovo cambiamento, quello che tutti i partiti e movimenti, cominciando proprio dai 5stelle, chiedono come per esempio la riduzione del costo della politica


  • Renzo

    Se non sbaglio sono stati portati i documenti anche all’O.N.U e a Strasburgo speriamo bene.


  • Cittadino indignato!

    Ma a che gioco state giocando?
    Un esponente del Pd locale invita a votare SI al referendum dal 4 dicembre?
    Cosi difendete Manfredonia dall’assalto dei predoni assetati?
    Che vergogna!!
    http://www.ilsipontino.net/manfredonia-zingariello-coordinatore-del-comitato-basta-un-si-domenica-incontro-pubblico/


  • A Manfredonia ci sono traditori del Pd che votano SI!

    Chiedo scusa ma perchè non organizzate un piccolo esodo cittadino a roma per protestare sotto il ministero? 10 pulman con 36o persona con striscioni di protesta sotto palazza Chigi!! Ma se non la vogliono capire anche 20 pulman cazzo non credo che nessuno non abbia la possibilità di spendere qualche decina di euro per la causa!


  • POLITICA SIPONTINA IPOCRITA E FALSA! EX ELETTORE PD DISGUSTATO

    Oltre ai traditori del Miramare ci sono taluni traditori del Pd locale che predicano il SI! Questo è l’amore che nutrite per la vostra città????? cHE SCHIFO!!


  • POLITICA SIPONTINA IPOCRITA E FALSA! EX ELETTORE PD DISGUSTATO

    Ha ragione Lannes quando scrive della politica sipontina!!


  • La figlia del gazzosaro

    BRAVO SINDACOOO, BRAVO ANTONICELLIIII,
    BRAVO SCARLATELLAAAA, BRAVO TUTTA LA GIUNTAAA, BRAVO TUTTI I POLITICIIIII,
    BRAVO IL GAZZOSARO DI MANFREDONIAAAA.
    BEVETEVI UN CRODINO VÀ .


  • Rita

    Antonello Scarlatella condivido in pieno la tua analisi!Sei un grande


  • Non scherzate con il fuoco!

    Mi attendo che il Sindaco ritorni con risultati certi, definitivi, senza se e senza ma altrimenti si dimettesse con tutta la giunta! Il tempo è brevissimo. Gli avvoltoio hanno inserito nella modifica della Costituzione un articolo che favorisce anche l’insediamento di questi mostri. Dopo di che se passa il SI come arma rimane solo la rivolta popolare come quella del 1988, se il Sindaco ha denunciato Lo Stato anche la cittadinanza potrebbe dichiarare come nel 1998 guerra allo Stato.


  • Non scherzate con il fuoco!


  • Alfredo

    Il ricorso a Bruxelles poteva esser fatto mesi e mesi fa….perché solo ora? L’esito del referendum non ha nulla a che vedere con un ricorso su violazioni di direttive e norme comunitarie! Inoltre, il coordinatore del Comitato per il Si, non si è mai esposto pubblicamente ed in maniera forte contro Energas….sarà un caso? La vittoria del Si, potrebbe invalidare i ricorsi presentati, e fornire al Governo centrale la possibilità di “spostare” l’insediamento in zone non protette e, a dispetto del malcontento cittadino, autorizzare l’installazione dell’impianto GPL.
    Se abbiamo votato NO a Energas, dobbiamo continuare la battaglia con il No al referendum del 4 dicembre.


  • ignorante

    Stiamo assistendo ad una delle più grandi commedie italiane del dopoguerra. Si sono destati quando hanno visto arrivare ennesimamente il vice presidente della camera poi è arrivato Lannes, altrimenti a voglia a dormire. Una cosa è certa questa histoire avrà sicuramente dei risvolti drammatici, molto drammatici.


  • ENERGAZ GO HOME

    MA QUALE SPOSTAMENTO?
    LO FACESSERO NEL GOLFO DI NAPOLI!


  • Distruzione Manfredonia: ultimo atto - La drammatica odissea di San Spiriticchio

    Manca ancora l’epilogo finale di questa drammaticissima odissea sipontina.


  • Giorgio

    Il commento più IDIOTA ? SVOLTA SUPERABILE SOLO DA UNO DI VOI.Purtroppo caro SVOLTA ti devi accontentare del secondo posto.


  • a me non mi frekate


  • IN TOTALE CONFUSIONE.

    IL SINDACO DENUNCIA LO STATO E POI PUBBLICIZZA IL SI VOLUTO DA RENDI? CAMPO E BORDO CI ANNO DETTO DI ANDARE A VOTARE AL REFERENDUM CONTRO IL MEGADEPOSITO E POI CI DICONO DI VOTARE SI A CHI FAVORISCE ENERGAS CON LA MODIFICA COSTITUZIONALE? CHIEDO VENIA ALLA REDAZIONE AGLI STUDIOSI DI POLITICA, A CHIUNQUE SIA IN GRADO DI FARMI COMPRENDERE..SONO IN TOTALE CONFUSIONE O IO NO VALGO UN -E NON CAPISCO UN -O QUI SIAMO ALLA PRESA PER IL -PIU’ GRANDE CHE IO ABBIA MAI ASSISTITO. VI PREGO AIUTATEMI SPIEGATEMI..SONO IN UNA TOTALE CONFUSIONE MENTALE..


  • San paolo

    In confusione, credi è tutto scentificamente studiato,
    Dopo 2000 anni, la storia si ripete, i figuranti sono : Cristo, ponzio pilato e…. giudaaa!
    Secondo te, Cristo da cosa è rappresentato?
    Chi rappresenta ponzio pilato?
    Chi sono i giuda?
    ricorda in questa situazione, ci sono diversi giuda.


  • dino giordano

    Caro partito democratico e caro sindaco,ho fatto politica negli anni in cui è scoppiata l’Anic e poi dopo il 77 ho preso il treno alla stazione città(che non c’è più) e via.
    Qualcuno ritorna al Sud ed io sono uno di questi,nel bene e nel male.
    Cosa centra? Voglio dire che a me ,come la stragrande maggioranza della popolazione interessa che questo Mostro”ecologico” non si faccia,per mille ragioni che non sto ad elencare.
    E’ giusto “cavalcare l’onda” e mettersi le medaglie che fanno curicculum da vendere sul mercato delle competizioni elettorali.?
    … e se Bruxelles, Roma e mettiamoci pure Istambul e Pechino decidono che questo impianto sa da fare, noi che facciamo?
    Ci spiegate,se e quando avrete voglia di aprirvi al dibattito pubblico perchè questa multinazionale è qui da una decina d’anni convinta che si può fare?
    Saluti


  • antonella

    Ho letto la locandina del comizio per il si alla riforma costituzionale, presso palazzo dei celestini, chi prenderà la parola per primo, per convincere tutti a votare si cestinando la verita su energas, bordo, campo, oppure il paladino di manfredonia dalla lucente spada, il mitico destriero, che doveva sconfiggere energas?
    Più evidente di cosi….


  • "2 NO -1"

    Un applauso al sindaco, ma vi avverto che se solo vi permettete di dire “SI” al referendum Costituzione, vuol dire che
    vi prenderò tutti come traditori della nostra terra.

    Dire “Si” al referendum del 4 dicembre, vuol dire autorizzare il MISE a prendere autonomamente le decisioni per le autorizzazione VIA, senza i pareri della Regione e dei Comuni. (Revisione della suddivisione delle competenze tra Stato e Regioni), lasciando alle Regioni e Comuni solo
    problematiche concernenti i diritti civili e sociali (cioè se non hai un sussidio è colpa dei comuni,senza soldi).

    Non si può stare contro Energas se si vuole subito dopo si vota “SI” al passaggio di competenza Stato- Regione (TRIV, TAP,TAV, GPL ENERGAS, BASILICATA IDROCARBURI,ECC.) è da venduti.


  • svolta

    Giorgio o giorgio…. non perdi mai il vizio di denigrare… ebbene io di rimando ti dico sempre che esci sempre a galla come il solito st….. e come al solito non entri mai nel merito e/o di una controdeduzione alle mie affermazioni e/o convinzioni che tali sono e restano.
    Peccato per te che si sta delineando tutto l’arcano che a mio modio di vedere tanto arcano non è, si è sconfessati dalle stesse dichiarazioni e meno male sono registrate non solo in voce ma anche in video…. altrimenti si sarebbe potuti essere capaci di invertire anche le dichiarazioni…. Comunque quello che posso dirti che il tempo è galantuomo e tutto verrà a galla, purtroppo come quelli come te……che si scrive Giorgio ma che sicuramente un Giorgio non è..


  • Seguace virtuale di uno di noi e anche di svolta.

    Lascialo stare poverino..le punture di verità fanno male…


  • Lele69

    2 NO – 1 NUTRI ANCORA DUBBI? CERTO CHE VOTERANNO SI!


  • Elettore attento

    Ed ecco il miglior alleato del Pd e uno dei padri nella della nuova Costituizione dello Stato Italiano

    https://it.wikipedia.org/wiki/Denis_Verdini


  • IN TOTALE CONFUSIONE

    O CAPITO O CAPITO GRAZIE SAN PAOLO E ALLORA BUTTIAMOLI ALL’INFERNO QUESTI DIAVOLI!!


  • Peter Tosh

    Quante birre mi offrite per il SI?


  • Katia

    Si sono smascherati da soli i bellimbusti.


  • Lettore elettore

    Bello caldo caldo….appena sfornato…
    leggete:

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/


  • Antonio Trotta

    Caro sindaco, oltre a Bruxelles, potresti andare anche negli USA (tanto il biglietto te lo paghiamo noi) e portare la questione Manfredonia a Trump, sperando che investa per promuovere il territorio (Cultura, Ecologia), Turismo, Pesca e Agricoltura.
    Magari se riesci a portare anche qualcuno in grado di ottimizzare la Cymoidea che fa cattivo odore sul lungomare di Siponto.


  • ignorante elettore

    Lui e gli altri offendono il buon senso, prima invita/invitano a votare NO al referendum cittadino e poi mettono in manifesti per strada pubblicità per il SI e come se non bastasse fanno puri i comizi per il SI. Mi sento davvero tradito e offeso da cotanta faccia di…. IL SI è quello che vogliono Renzi, Calenda Energas e altre aziende ossia spadroneggiare fottendosene dei cittadini e delle loro istituzioni locali. UN MANFREDONIANO CHE VOTA SI DONA UN SORRISO AL DOTTOR MENALE.


  • svolta

    Tutta questa vicenda a pensarci bene mi par di rivedere il romanzo dei PROMESSI SPOSI del Manzoni.
    Parafrasando c’è il “Non sa da fare.., il don Rodrigo incaponito, i Bravi, che vanno mettendo le pallottole nelle cassetta della posta di qualche buon Fra Galdino che cerca la verità, il popolo affamato di verità, il buon Pastore, qualche Azzccagarbugli regionale, ci manca, e per fortuna non c’è la Peste e la Colonna Infame… questa la si potebbe realizzare anche metaforicamente, dove si dovrebbero incatenare i tanti infami che girano intorno a tale questione.
    Per fortuna che la Divina Provvidenza ci ha mancato Fra Lannes, esperto in apertura di forzieri/stanze dove si nascondono tante verità…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati