Cultura
Dai trionfi sul campo al finale aperto della vita

“Ex – Storie di uomini dopo il calcio”

Foggia Festival Sport Story, spin-off in libreria: si torna a parlare di calcio

Di:

Foggia. Vivere non è facile come giocare. Soprattutto se hai calcato palcoscenici importanti, come quel calcio anni ’80 e ’90 che vedeva le squadre italiane protagoniste in Europa. O se, ancora, eri uno di quelli “maledetti”, genio e sregolatezza che, una volta appesi gli scarpini, fai fatica a inquadrare dietro il bancone di un bar. Eppure… Eppure: Ex – Storie di uomini dopo il calcio (Baldini & Castoldi, 2016), com’è il titolo di questa succosa inchiesta sportiva firmata da un giornalista e autore che ha voluto raccontare la vita di chi è uscito di scena, una volta spenti i riflettori dello stadio. Sabato 16 novembre, alle ore 19, Matteo Cruccu presenta il suo libro nello spazio live della libreria Ubik di Foggia, protagonista di un evento spin-off del Foggia Festival Sport Story, rassegna culturale e sportiva che, dal 26 settembre al 1° ottobre, ha animato con successo il capoluogo dauno. Prende parte all’incontro anche un ospite d’eccezione, il Capitano storico del Foggia Calcio: Gianni Pirazzini. A moderare la presentazione sarà il giornalista del Corriere della Sera, Michelangelo Borrillo.

Ex – Storie di uomini dopo il calcio (Baldini & Castoldi, 2016). Cosa succede quando il calcio finisce, quando i riflettori si spengono? Quando la recita del pallone arriva all’ultimo atto? È il momento più difficile nella vita di quei giocatori (ma non solo, anche allenatori) che non hanno ancora deciso cosa sarà il dopo. Ovvero lasciare il centro del palcoscenico dell’eccezionalità sportiva per ritrovarsi nel foyer del quotidiano, dove diventi uno dei tanti e non sei più abituato. E allora alcuni decidono di non decidere, e continuano a giocare all’infinito, come Marco Ballotta, portiere di ghiaccio, ancora in campo a 50 anni insieme a compagni di squadra che potrebbero essere i suoi figli. Altri mollano tutto, prendono una tavola da surf e uno zaino e si confondono tra giovani fricchettoni della loro età come Gianni Comandini, eroe solo per un derby. Altri ancora si ritirano in montagna, dopo un enorme dolore privato che ha pareggiato, nei conti della vita, un incredibile romanzo pubblico, come l’ex falegname juventino Moreno Torricelli.

Altri infine riscattano nella normalità di un lavoro al bar una carriera geniale e maudit, come Francesco Flachi. Sono i protagonisti di Ex – Storie di uomini dopo il calcio, storie dal finale aperto dove si scopre che vivere non è così facile come giocare. Ma è anche un affresco a dieci voci dentro e oltre gli anni d’oro, Ottanta e Novanta, del pallone nostrano, quelli dei trionfi nelle coppe europee, dell’epopee del Milan e della Juve, ma anche del Parma e della Lazio che fanno da sfondo alle avventure dei nostri protagonisti. Quelli in cui il campionato italiano era «il più bello del mondo».

Matteo Cruccu. Giornalista, ha iniziato la sua carriera al «Giorno» e dal 2000 scrive sul «Corriere della Sera», occupandosi prima di rock’n’roll e adesso di calcio, con la videorubrica Doppio Ex e Man of the match. Nel frattempo ha scritto e lavorato anche per: «Diario», «Sette», «Dove», «Tribe», «Domus», Associated Press, Adn Kronos, Radio Milano Uno.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati