Foggia

Foggia, TRENO TOUR del MoVimento 5 Stelle

Di:

Foggia. Con Alessandro Di Battista a Foggia, giovedì 17 novembre 2016 ore 17:00 in Piazza Cesare Battisti, arriva il TRENO TOUR del MoVimento 5 Stelle:

★ Alessandro Di Battista (portavoce alla Camera)
★ Roberto Fico (portavoce alla Camera)
★ Carlo Sibilia (portavoce alla Camera)
★ Giuseppe Brescia (portavoce alla Camera)
★ Andrea Cecconi (portavoce alla Camera)
★ Lello Ciampolillo (portavoce al Senato)
★ Diego De Lorenzis Cittadino (portavoce alla Camera)
★ Chiara Di Benedetto (portavoce alla Camera)
★ Luigi Gallo (portavoce alla Camera)
★ Giulia Grillo M5S (portavoce alla Camera)
★ Giuseppe L’Abbate – Cittadino a 5 Stelle (portavoce alla Camera)
★ Barbara Lezzi (portavoce al Senato)
★ Dalila Nesci (portavoce alla Camera)
★ Riccardo Nuti (portavoce alla Camera)

★ Rosa Barone (portavoce foggiana in Regione Puglia)
★ Antonella Laricchia (portavoce in Regione Puglia)
★ Valeria Ciarambino (portavoce in Regione Campania)

★ Potito Antolino (portavoce di Ascoli Satriano)
★ Mariateresa Bevilacqua (portavoce di Vieste)
★ Leonardo Coco (portavoce di San Marco in Lamis)
★ Gianni Fiore (portavoce di Manfredonia)

COS’E’ IL #TrenoTour?

I portavoce del Movimento 5 Stelle salgono in treno per l’#iodicoNoTour, che li porterà in giro per l’Italia a spiegare le ragioni del NO al referendum costituzionale del 4 dicembre. Un lungo viaggio di oltre 6.000 chilometri su treni regionali e traghetti per tutta la penisola da Nord a Sud, Sicilia e Sardegna incluse con 48 tappe in altrettante città. Il tour partito l’11 novembre scorso da Aosta si concluderà venerdì 2 dicembre a Torino.

La tappa di giovedì 17 novembre si svolgerà a Foggia in Piazza Cesare Battisti alle ore 17:00, e vedrà la partecipazione dei portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera, al Senato, in Regione e nei Comuni.

I portavoce parleranno con i cittadini e spiegheranno loro l’inganno del quesito truffa della “riforma” Renzi-Verdini-Boschi.

Dire #NO alla “riforma” Boschi-Renzi-Verdini: Uno stravolgimento di ben 47 articoli della nostra Costituzione che toglierà potere decisionale al popolo con un Senato che non sarà più eletto dai cittadini, immunità per consiglieri regionali e sindaci nominati senatori dai partiti e che dovranno fare il doppio-lavoro.

Il tutto con costi del Senato sostanzialmente immutati (se si fosse approvata la legge taglia-stipendi M5S si genererebbero 87 milioni di euro di risparmi senza toccare la Costituzione, 30 milioni in più della “riforma” Renzi).
Regioni ed enti locali vedranno inoltre esautorati i loro poteri in tema di difesa ambientale e del territorio (esempio caso Energas Manfredonia) e saranno triplicate le firme per presentare leggi d’iniziativa popolare…Una controriforma a cui dire #NO!

Nelle piazze e strade d’talia e a bordo dei treni i #cittadini potranno parlare con i portavoce M5S delle vere riforme che servono a questo Paese: lotta alla povertà e reddito di cittadinanza, una rete di trasporti locali efficiente, tutela del territorio, aiuti alle piccole e medie imprese, tutela del lavoro, lotta alla corruzione e mafie.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati