Manfredonia
"Certo che almeno per noi in Germania avete fatto tanto"

Leonardo, pugliese emigrato in Germania “Caro Renzi lascia stare queste lettere per il SI'”

"Ogni giorno arrivano disperati dall'Italia come 60 anni fa, ma tu caro Matteo continui a parlare delle ripresa e dei tanti posti di lavoro creati"

Di:

Remscheid. ”La politica italiana si ricorda dei suoi figli emigrati, guarda caso proprio quella sinistra che più di 60 anni fa ci ha svenduto (foto Nr.3) e ora vorrebbe il nostro SI. Certo che almeno per noi in Germania avete fatto tanto. Siete riusciti a far chiudere quelle poche scuole bilingue che erano una delle poche possibilità (e oggi con i nuovi flussi sarebbero stati di maggio importanza )di aver un futuro lavorativo migliore qui. Poi avete tanto aiutato quei poveri pensionati che dopo una vita di sacrifici e di soldi investiti.

In Italia oggi si ritrovano a tornare qui perché lì le infrastrutture sanitarie ecc. In molti casi sono come li hanno lasciati 60 anni fa. Ci avete provato spesso con i pasticcini offerti nei bar, credendo davvero che l’emigrato sii ancora cosi scemo da abboccare.

Ogni giorno arrivano disperati dall’Italia come 60 anni fa, ma tu caro Matteo continui a parlare delle ripresa e dei tanti posti di lavoro creati. E ora a spese del contribuente italiano onesto spedisci questa lettera per chiederci un SI. Lettera che secondo me è pure abusiva visto che il ministro Alfano che te lo ha concesso avrebbe dovuto fare lo stesso con il partito del No…”

(Leonardo, 16.11.2016)

FOTOGALLERY



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati