Economia

Consumatori: casa, stangata di fine anno, 894.05 euro


Di:

Roma – È fissata ad oggi, 16 dicembre, la scadenza fatidica per il pagamento delle tasse sulla casa Tasi e sui rifiuti Tari (a cui si aggiunge anche l’IMU per chi la deve pagare). Una vera e propria batosta per i cittadini, i cui bilanci sono già profondamente colpiti dalla grave caduta del potere di acquisto avvenuta in questi anni: -13,4% dal 2008.

L’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, in occasione di tale scadenza, ha calcolato la stangata di fine anno (novembre – dicembre) sulla casa che le famiglie dovranno pagare. Il totale tra Tasi, Tari, bollette e riscaldamento, ammonta a ben 894,05 Euro a famiglia.

Un vero e proprio salasso che non mancherà di incidere negativamente sui consumi (già diminuiti del -10,7% nell’ultimo triennio), nonché sulla spesa per i regali di Natale (che dal 2010 ad oggi ha subito una contrazione del -39,9%). Quel che è peggio è che tale andamento continuerà ad alimentare la grave crisi in cui versa il nostro sistema economico, ridimensionando la produzione e facendo crescere sempre di più il già elevato tasso di disoccupazione.

Per questo è urgente che il Governo intervenga con effetto immediato, come rivendichiamo da tempo, per un rilancio della domanda interna.
Il primo passo in questo senso è l’avvio di un piano straordinario per il lavoro, rivolto specialmente ai giovani. “Solo redistribuendo il reddito e restituendo prospettive e futuro ai cittadini si potrà superare questo delicato frangente.” – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti.
I campi di intervento sono molteplici, dalla ripresa degli investimenti per la ricerca e lo sviluppo (a partire dalla banda larga) alla realizzazione di opere infrastrutturali, dal lancio di un programma per incentivare il turismo ad un utilizzo mirato dei fondi europei.

L’unico elemento che manca è un atto di coraggio e di responsabilità da parte del Governo.

Redazione Stato

Consumatori: casa, stangata di fine anno, 894.05 euro ultima modifica: 2014-12-16T15:05:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This