Manfredonia
L'attività di indagine, corroborata da penetrante attività tecnica, mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento nonche riscontri investigativi sul campo

Rapinavano esercizi pubblici, 2 arresti nel Foggiano (FTGALLERY)

"I colpi sono stati compiuti in maniera fredda e violenta"


Di:

Cerignola. I Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno dato esecuzione ad un provvedimento cautelare emesso dal G.I.P del Tribunale di Foggia su richiesta della Procura della Repubblica nei confronti di 2 soggetti di San Ferdinando di Puglia, entrambi destinatari della custodia cautelare in carcere. Le accuse a carico degli indagati sono pesanti: rapine, porto e detenzione abusiva di armi, ricettazione, nonche estorsione aggravata e continuata. Gli arrestati sono i fratelli Berardino Dascoli, classe ’83, e Claudio Dascoli, classe ’85.

Il periodo oggetto dell’indagine è quello compreso tra it gennaio 2015 e il marzo 2015. L’operazione è stata convenzionalmente denominata “Bancomat“, a causa della finalità con la quale i rapinatori intendevano gli esercizi pubblici sul territorio di San Ferdinando di Puglia, ossia come meri dispensatori di danaro. L’attività di indagine, corroborata da penetrante attività tecnica, mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento nonche riscontri investigativi sul campo, con il supporto tecnico di personale del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Roma, ha permesso di raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza a carico degli indagati in ordine alla commissione, a vario titolo, di tre rapine a mano armata commesse in danno di una Male di un ufficio postale, in danno dei titolari di una pizzeria ed in danno dei titolari di un centro ricreativo, tutti siti a San Ferdinando di Puglia.

II modus operandi degli arrestati era il seguente: opportunamente travisati, giungevano presso gli obiettivi in maniera fulminea, e sotto la minaccia di una pistola, si facevano consegnare quanto posseduto al momento dalle loro vittime, dandosi poi a precipitosa fuga. I colpi sono stati compiuti in maniera fredda e violenta. In una circostanza una della vittime era stata fatta inginocchiare sotto gli occhi attoniti del figlio minore, tenuto sotto il tiro dell’arma dai malfattori, onde costringere la madre a consegnare il denaro posseduto. 1000, 600 e 400 euro rispettivamente il bottino della rapina alie poste, alla pizzeria ed al circolo ricreativo. Durante l’attività di indagine, a seguito di mirato servizio, i militari della Stazione Carabinieri di San Ferdinando di Puglia sono riusciti ad individuare e sequestrare, abilmente celati all’interno di un’autovettura, l’intero kit dei due rapinatori: una pistola cal. 7,65 con matricola abrasa, guanti, passamontagna ed altri indumenti anonimi, ossia senza alcun segno distintivo the potesse fornire elementi individualizzanti.

Nello stesso periodo oggetto di indagine è stata cristallizzata una continuata ed aggravata condotta estorsiva posta in essere dai due fratelli Dascoli nei confronti di un minore loro conoscente a cui, in pia circostanze, per futili motivi, avevano estorto somme di danaro oscillanti tra le 20 e le 50 euro. Le violente condotte dei due uomini sono state interrotte con l’esecuzione dell’odierna misura cautelare in carcere. Claudio Dascoli, tra l’altro, era stato gia sottoposto alla custodia cautelare in carcere a seguito dell’arresto in flagranza di reato operato nei suoi confronti dai militari della Stazione Carabinieri di San Ferdinando di Puglia in data 9 marzo 2015 per due tentate rapine commesse quella medesima sera a distanza di pochi minuti l’una dall’altra. Nella circostanza l’uomo, armato di taglierino ed a volto scoperto, aveva prima tentato di rapinare i titolari di una gioielleria, non riuscendovi per la strenue resistenza offerta da una delle due vittime, e poi aveva tentato di rapinare i titolari di una farmacia, non riuscendo nell’intento anche in questa circostanza per la reazione delle vittime. Poco pia tardi, a seguito di incessanti ricerche, Claudio Dascoli era stato rintracciato e tratto in arresto.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata

Rapinavano esercizi pubblici, 2 arresti nel Foggiano (FTGALLERY) ultima modifica: 2015-12-16T12:09:06+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi