Foggia

Fondi per Capitanata, Tarquinio: smania da campagna elettorale

Di:

Lucio Tarquinio (consigliere regionale pugliese dal 1990 al 2013, attualmente senatore nel Pdl)

Foggia – «LA smania da campagna elettorale gioca brutti scherzi, anche quando ad esserne influenzato è un compassato assessore regionale al Bilancio come Leonardo Di Gioia. Il quale, per l’appunto, sospinto nella corsa alla poltrona di sindaco per le imminenti elezioni comunali a Foggia, fa vanto di milionarie provvidenze finanziarie per la città e la provincia, tacendo dei meriti altrui e sottacendo la concreta spendibilità di quei soldi». È la bacchettata che il senatore foggiano Lucio Tarquinio (Forza Italia) rifila al consigliere regionale eletto con il Pdl e ora in giunta con Vendola sulla presentazione degli interventi per 55 milioni di euro per le strade provinciali della Capitanata.

GLI INTERVENTI. Gli interventi contemplati, giusto per dovizia di informazioni, sono i seguenti:
1. Tangenziale est di San Severo ·lotto l · Tratto di collegamento tra il km 639+075 della S.S. 16 “Adriatica” ed il casello autostradale Interventi sulla rete di accessibilità regionale secondaria. Primo stralcio, costo intervento 21,5 milioni di euro.

2. Interventi di potenziamento e messa in sicurezza degli assi di penetrazione previsti dal nuovo tracciato dello SRl: l) S.P. 5 Pietra Montecorvino -Lucera e S.P. 16 San Severo· Piano Devoto. 2) S.P. 123 Troia· Orsara Troia, 3) S. P, 130 e Nuova Bretella di collegamento Roseto V.- Alberona · S.R.l. Costo intervento 20,5 milioni di euro.

3. Collegamento Foggia-Nuovo Casello di Foggia Incoronata – SSV Foggia-Candela 1 lotto Funzionale. Adeguamento della viabilità di accesso/servizio alla zona industriale “ASl” di Incoronata (SP 75) e interconnessione con il nuovo casello autostradale. Costo intervento 13 milioni di euro.

IL MERITO. «A Di Gioia vorrei ricordare che gli interventi in questione sono stati finanziati nell’ambito della delibera CIPE 62/2011 proposta dall’allora Ministro Raffaele Fitto nell’ambito del piano nazionale per il Sud. L’assessore dimentica pure di dire che gli interventi sono stati approvati dalla Provincia di Foggia, di cui ha amministrato il Bilancio, con delibere di giunta nell’ottobre 2011 e che fino ad oggi non è ancora successo niente, nessun cantiere è stato avviato per quelle opere», dice Tarquinio soffermandosi sui meriti di quei vantati finanziamenti.

LA FATTIBILITA’. Il senatore, infine, mette in guardia anche dalle facili illusioni generate dalle notizie diffuse dall’assessore regionale. Di Gioia sa molto bene che ognuna delle opere pubblicizzate è classificata come “Intervento non immediatamente cantierabile; nell’ambito dell’accordo di programma attuativo della delibera CIPE sottoscritto lo scorso 23 maggio 2013. Quindi, per sperare di realizzare concretamente quei lavori, l’assessore regionale, oltre a rendere il merito a chi quelle risorse molto faticosamente le ha assegnate alla Provincia di Foggia, dovrebbe piuttosto adoperarsi per richiederne la immediata cantierabilità.

Io, invece, mi impegnerò in Parlamento a salvaguardare quei finanziamenti dalle sabbie mobili del Patto di Stabilità, a cui sono soggette e da cui potrebbero essere risucchiate e vanificate. Questo per rimarcare la mia preoccupazione non per la polemica sterile, ma per la sollecitazione costruttiva a fare meglio per fare davvero bene alla nostra città e al nostro territorio», conclude il senatore Tarquinio.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi