Cultura

Il Cdr ricorda Nicola Sacco

Di:

San Severo – “Paesani e sovversivi. Nicola Sacco tra Capitanata e America”. E’ il tema della conferenza organizzata dal Centro di Ricerca e di Documentazione per la Storia della Capitanata, in programma martedì 24 febbraio 2015, alle ore 18, presso la Sala conferenze della Biblioteca comunale “Minuziano” di San Severo (largo Sanità). Relatore della serata sarà Michele Presutto dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano.

Il secondo appuntamento 2015 del sodalizio culturale presieduto da Giuseppe Clemente punterà i riflettori su Nicola Sacco, il cui nome viene abbinato inevitabilmente a quello del suo sodale Bartolomeo Vanzetti. Il primo veniva da Torremaggiore, in provincia di Foggia, il secondo da Villafalletto, in provincia di Cuneo. In realtà le loro vite si incrociano solo per un breve periodo e anche durante il lungo iter giudiziale, iniziato nel 1920 con il loro arresto e terminato nel 1927 con la loro esecuzione, i due si incontrarono poche volte.

La vicenda politica e giudiziaria dei due anarchici italiani è stata oggetto di numerosi studi. Poco esplorata è invece la vicenda umana e sociale, in particolare dell’anarchico pugliese. In realtà, mentre per Vanzetti esiste un vero e proprio archivio, dal 1977 divenuto pubblico, lo stesso non si può dire per Sacco. Di lui sappiamo molto del periodo relativo al processo (1920-1927), qualcosa del periodo americano (1908-1920), ma molto poco, per non dire quasi nulla del periodo precedente, cioè dalla nascita alla partenza per l’America (1891-1908). Poco sulla sua famiglia, poco sul suo ambiente e soprattutto poco e nulla sulla relazione tra quello che succedeva in Capitanata in quegli anni e la sua formazione umana, prima ancora che politica.

L’appuntamento organizzato dal Crd ci farà conoscere ancora meglio Nicola Sacco.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi