Cronaca

Pannetti per incontinenti, Zullo: “verificare qualità”

Di:

Bari – “Le gare al massimo ribasso obbligano le Asl, in qualità di stazioni appaltanti, a indicare uno standard di qualità minimale al quale adeguarsi nell’offerta e nella consegna dei materiali e nel corso della fornitura; e a verificare che il prodotto consegnato sia rispondente a quello indicato dalla ditta vincitrice dell’appalto nella propria offerta. Tuttavia, raccolgo diffusamente lamentele degli utenti e per questo chiedo che il direttore generale dell’Asl Bari intervenga per immediate ed opportune verifiche”. Lo dichiara il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Ignazio Zullo.

“Lamentele –aggiunge- di soggetti incontinenti, ma confermate anche dai dirigenti Asl, che denunciano la scarsa qualità assorbente dei pannetti distribuiti dall’azienda sanitaria barese, con necessità di cambio frequente nel corso della giornata, consumo in esubero, sforamento dei tetti dei quantitativi mensili erogabili con spesa a carico del servizio sanitario regionale e, di conseguenza, ricorso a spese proprie alla farmacia o parafarmacia.

Il tutto con un peggioramento dello stato di salute dei cittadini interessati per formazione di piaghe cutanee. Pertanto, chiamo direttamente in causa il direttore generale della Asl Bari affinché verifichi se le forniture dei pannetti siano rispondenti ai requisiti delle norme ISO del decreto ministeriale n.332/99 e ancor di più se la quantità del materiale assorbente corrisponda a quella indicata nell’offerta di gara. Nel frattempo, al fine di non incorrere in richieste di risarcimento danni per piaghe – conclude Zullo – sarebbe opportuno autorizzare il ricorso in libera scelta al privato, con spese a carico della Asl, per quei pazienti che documentano con certificazione sanitaria il danno derivato dall’uso di pannetti non conformi”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi