CulturaFoggia
Blub, l’artista fiorentino che decora le città italiane

Chi è l’artista che decora Foggia?

Da Dante a Galileo, da Freddie Mercury all'Autoritratto di Courbet. Il progetto “L’arte sa nuotare” dell’artista fiorentino Blub: “Metto maschere da sub ai grandi personaggi perché siamo con l’acqua alla gola!”

Di:

Foggia. Da alcuni mesi Foggia ospita i grandi della storia, della scienza, dell’arte, della musica e dello spettacolo; stampe che colorano gli angoli grigi della città, come sportelli e nicchie di vecchi contatori e centraline elettriche. Si tratta del progetto di “Street Art” chiamato “L’arte sa nuotare” di un writer fiorentino noto sul web con lo pseudonimo di Blub.

Dante Alighieri, Galileo Galilei, Giulio Cesare, la Monna Lisa, dipinti di Michelangelo, Leonardo da Vinci, Piero della Francesca e Brunelleschi. E poi ancora grandi della musica come Freddie Mercury o Stromae, l’Autoritratto di Courbet, opere rinascimentali e contemporanee come quelle di Magritte.

”Ho iniziato per caso, anche se il caso per me non esiste. Poi ho continuato perché l’effetto che ha sulle persone mi porta a continuare. Mi dà piacere quando mi cercano per pregarmi di rimettere una stampa dove è stata strappata, o quando sono loro stessi che la riappiccicano con del comune scotch mi mette bene!” – ha raccontato il writer all’ANSA qualche anno fa.

Ora le sue opere sono arrivate anche nella nostra città e abbiamo chiesto all’artista di raccontarci qualcosa del suo progetto.

Una sera, uscendo da una pizzeria con un gruppo di amici, ho notato in un angolino, sotto una lampata, il tuo Freddie Mercury; i giorni successivi le tue opere sono spuntate come funghi: Dante Alighieri e poi il noto cantautore belga Stromae. Ho capito così che ne avrei trovato altre, ed è partita una vera caccia al tesoro per gli angoli della città. La tua arte mi ha spinto a guardare lì dove non avrei mai guardato prima d’ora: vicoletti, stradine, angoli bassi e angoli alti. Punti in cui transitiamo ogni giorno, nell’incessante caos della vita, senza mai farci caso; è forse questo uno degli scopi del tuo progetto? Lasciarci il tempo di soffermarci e guardare dove non avremmo mai guardato?

“La tua interpretazione è azzeccatissima, quello che faccio in modalità istintica/intuitiva l’hai tradotta in parole!!!! E quindi ti sono grato per questo! Perché visitare solo musei, c’è arte anche fuori, viva anche! Queste icone diventano ancora più familiari se, scendendo dal piedistallo di un museo, si avvicinano a noi. Penso che ci voglia più leggerezza, altrimenti ci si prende troppo sul serio!”

Sulla scelta della maschere da sub, Blub ha le idee chiare:

“Siamo con l’acqua alla gola. Ci mettiamo la maschera e si impara a nuotare. Questo è il senso: crisi uguale opportunità. Quindi smettiamola di sentirci vittime di un sistema, siamo artefici della nostra vita. L’arte sa nuotare intende tutto ciò che l’operato umano può rendere arte”.

fotogallery

(A cura di Antonio Piazzolla, Foggia 17.02.2017)

Chi è l’artista che decora Foggia? ultima modifica: 2017-02-17T18:50:37+00:00 da Antonio Piazzolla



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Controllate gli articoli prima di metterli Online?

    (Abbiamo revisionato, Freddie in sostituzione di Freddy,ndr)


  • Fuggianazz

    Dove si trovano in città? Scrivete le vie !


  • Cynic

    Al signore che scrive: Dove si trovano i dipinti, scrivete le vie rispondo
    Se leggi bene l articolo capisci che i dipinti sono in quei posti dove passi e non ci hai mai fatto. È un arte che stimola a cercare, a esplorare, a guardare negli angoli remoti in questa città dimenticata da Dio.


  • Arianna

    (revisionato,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi