PoliticaStato news
"Anche da un punto di vista economico, problema cardine, visto che proprio in questi giorni abbiamo approvato un Piano di riordino ospedaliero "

Sanità Service, Borraccino: “Affrontare la questione con Emiliano”

"Questo significherebbe togliere circa 170euro al mese a lavoratori che non arrivano a guadagnarne 1000 euro"

Di:

Roma. Una nota del consigliere regionale Cosimo Borraccino, presidente della II Commissione (affari generali e personale). “Chiederò sulla questione delle Sanità Service di Puglia un incontro immediato al presidente della Giunta regionale Michele Emiliano. Stupiscono i toni catastrofici di questa mattina sui giornali, ritengo e penso che su oltre 4000 lavoratori non si possa scherzare, non si possa fare finta di nulla. Capisco le sentenze del Consiglio di Stato ma quello che sto tentando di far comprendere al presidente della Regione, al quale va tutto il mio sostegno politico, che quella normativa, contenuta in quella sentenza, è stata ampiamente superata da un’altra sentenza della Corte Costituzionale e dalla recente normativa in materia di società partecipate pubbliche. Anche da un punto di vista economico, problema cardine, visto che proprio in questi giorni abbiamo approvato un Piano di riordino ospedaliero alla luce delle ristrettezze economiche, l’appalto alle Sanità Service fa risparmiare oltre 6 milioni di euro ogni anno alla Regione Puglia. Oltre a questo aspetto di natura economico, vantaggioso per l’Ente, appena mi sarà data la facoltà, farò notare al presidente che il passaggio di questi lavoratori alle ditte appaltatrici private significherebbe meno tutela sul posto di lavoro alla luce delle nuove normative adottate dal Governo Renzi (Jobs act) con l’ abolizione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e soprattutto col passaggio del contratto da agli ‘hope’ vale a dire sanità privata multiservizi. Questo significherebbe togliere circa 170euro al mese a lavoratori che non arrivano a guadagnarne 1000 euro. Su questo la politica non può scivolare via liscia come l’olio! Deve metterci la passione di comprendere che, dietro la decisione che noi come Consiglio regionale prenderemo, c’è il cuore, c’è l’aspettativa di vita, di speranza di oltre 4000 famiglie pugliesi. Mi permetto di dire che su questo tema il sottoscritto e il mio partito, Sinistra Ecologia Libertà, non saremo disponibili a contrattazione politica alcuna”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!