Cronaca
"A più livelli - prosegue - come Movimento Cinque Stelle chiediamo la Direzione Investigativa Antimafia"

Il M5S in Senato incalza il governo per la DIA a Foggia

Già a livello nazionale il M5S si era impegnato quasi un anno fa per la provincia di Foggia richiedendo, in Commissione parlamentare Antimafia, l’istituzione di una sezione operativa della DIA

Di:

Foggia. A seguito del voto all’unanimità dal Consiglio regionale per la mozione a prima firma Barone (M5S) che ha richiesto l’istituzione di una sezione operativa della Direzione Investigativa Antimafia e del Servizio Centrale Operativo (S.C.O.) nel foggiano, la consigliera foggiana fa sapere che il senatore M5S Maurizio Buccarella ha presentato una interrogazione parlamentare per chiedere al Governo di attivarsi immediatamente.

“Il nostro senatore Maurizio Buccarella – dichiara Rosa Barone – ha chiesto al Ministro dell’Interno se intenda dare immediata attuazione all’impegno assunto con la Risoluzione del Movimento Cinque Stelle, nonché con la mozione approvata all'unanimità dal Consiglio Regionale della Regione Puglia, ponendo in essere tutte le attività necessarie e propedeutiche all’istituzione della sezione operativa. A più livelli – prosegue – come Movimento Cinque Stelle chiediamo la Direzione Investigativa Antimafia, con una dotazione organica adeguata, presso la città di Foggia, che vive in questo momento storico una recrudescenza atipica del fenomeno criminale.”

Già a livello nazionale il M5S si era impegnato quasi un anno fa per la provincia di Foggia richiedendo, in Commissione parlamentare Antimafia, l’istituzione di una sezione operativa della DIA.
“La palla ora passa al Ministero – conclude Barone – abbiamo scritto al ministro Minniti chiedendogli di ricevere al più presto una delegazione del Movimento Cinque Stelle. La provincia di Foggia non può più permettersi perdite di tempo.”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!