ManfredoniaStato news
Fatti avvenuti alla fermata dell'autobus nei pressi della Stazione ferroviaria

Manfredonia, battibecco durante i controlli: “Uomo prende a calci una donna”. Indagini

Indagini in corso per stabilire la dinamica dei fatti e le relative responsabilità


Di:

Manfredonia. UN uomo ha aggredito una donna con un calcio, alla fermata dell’autobus nei pressi della Stazione ferroviaria. I fatti sarebbero avvenuti ieri sera, verso le ore 20.15, nei pressi di un mezzo che da Manfredonia era diretto a Foggia. Da raccolta dati, alla fermata dell’autobus sono saliti tra l’altro un uomo di nazionalità nigeriana, una donna sulla quarantina e una ragazza di circa 20 anni. Durante i controlli, un altro passeggero avrebbe presentato regolarmente l’abbonamento mensile (timbrato solo nel primo viaggio in cui viene utilizzato), mentre la donna e la ragazza avrebbero presentato un biglietto non vidimato, evidenziando che erano appena salite sul mezzo e che stava ancora salendo della gente. A questa risposta il controllore avrebbe riferito alla donna e alla giovane di preparare i documenti per una possibile sanzione. In seguito, il controllo all’uomo di nazionalità straniera “che con aria sicura e rilassata” – come riporta un testimone – avrebbe detto di non avere il biglietto “perchè oggi non c’è soldi“. Non chiara la decisione del controllore dopo alla risposta. Da qui, la prima donna controllata avrebbe richiamato il controllore chiedendogli come mai sarebbe stato costretta a presentare dei documenti, per la verbalizzazione della multa, per un biglietto comprato ma non timbrato, mentre una persona – probabilmente privo dei documenti per soggiornare in Italia – poteva viaggiare indisturbato senza biglietto. Stesse recriminazioni sarebbero state ribadite dalla ventenne, precedentemente controllata.

Da raccolta dati, l’uomo di nazionalità straniera avrebbe reagito in malo modo dopo le ultime frasi di una delle due donne, alzandosi repentinamente in piedi per dare un calcio tra il sedile e la gamba della vittima, che sarebbe stata anche insultata. In seguito, sia la donna che la ragazza avrebbero chiamato le forze dell’ordine per un intervento. Indagini in corso per stabilire la dinamica dei fatti e le relative responsabilità.

(Manfredonia, 16 aprile 2016)

Manfredonia, battibecco durante i controlli: “Uomo prende a calci una donna”. Indagini ultima modifica: 2016-04-17T12:12:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • senza fede

    O pagano tutti o si fa scendere.altra soluzione: Nessuno paga e tutti son felici


  • luca

    Tutto regolare siamo in Italia, a Nord questi episodi sono quotidiani, Manfredonia si deve ancora integrare, fare un verbale a chi non pagherà mai non ha senso. Come quando un negoziante lamenta controlli ripetuti, mentre agli abusivi nessuno, verbalizzare chi non sai da dove iniziare il controllo perchè nulla è regolare sapendo che non porterà a nessun risultato in termini economici e che comunque il giorno dopo l’ho ritroverai nello stesso posto non conviene a nessuno.


  • mentalist

    Beh, il perché di tutto ciò bisogna chiederlo all’80% di quei cittadini che votano per i buonisti…


  • Dany

    Ringraziate il Pd, Pdl e…
    A pensare che hanno aperto pure a Siponto un’altra casa di Accoglienza…
    Non sono razzista, ma manco stupido, questi vanno controllati e rinchiusi!


  • ezio

    cominciamo dai manfredoniani a vedere se si comportano bene, o solo perché sono di Manfredonia si tollera qualsiasi comportamento: malavita, lavoro nero, mancato rispetto dei beni comuni ecc. ecc. ecc. ecc.


  • Cerbero

    …più che buonisti li chiamerei anti.italiani…detto questo veniamo al dunque…anzitutto non è in discussione lo straniero, l’italiano o il razzista, ma di capire come rispettare una buona educazione civica, per essere chiari non fare i furbetti ed evitare di andare in guerra…. resta condannabile il vile gesto incivile di questa persona di colore nei confronti di due signore, probabilmente crede di stare ancora nel suo paese di beduini e trattare le donne come schiave, senza prendere in considerazione che si trova in un paese civile occidentale e, che volendo o nolente si deve attenere alla nostra cultura e, al senso del dovere civico come rispetto del paese ospitante…l’episodio in questione è stato causato da un buonista, se avesse adottato la stessa misura e lo stesso peso probabilmente tutto sarebbe finito per il meglio….questi buonisti si scagliano contro gli italiani applicando regolamenti di infrazioni–ammesso che esistano—e si cagano addosso di fronte ad un incivile– italiano o straniero che sia….mi auguro che le signore sporgano denunce di querela sia nei confronti dell’immigrato che ha sferrato il calcio, sia nei confronti di chi voleva applicare il regolamento nei confronti delle sole signore, che ritengo l’unico responsabile….

  • Il medico pietoso ha fatto diventare la piaga cancrenosa.OCCORRE SUBITO TAGLIARE.Espulsione immediata per lui ed im suoi sostenitori e/o parenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This