ManfredoniaStato news
Conto alla rovescia referendario in tutta Italia

Referendum, ore 12: affluenza 12.3% a Manfredonia (Fotogallery FG)

Questa mattina urne aperte dalle 7 alle 23 per il referendum popolare sulla durata delle trivellazioni in mare

Di:

Manfredonia. REFERENDUM popolare sulla durata delle trivellazioni in mare: alle ore 12 l’affluenza a Manfredonia è stata del 12,23%.

DATI IN TEMPO REALE

Focus. Conto alla rovescia referendario in tutta Italia. Questa mattina urne aperte dalle 7 alle 23 per il referendum popolare sulla durata delle trivellazioni in mare. Oltre 3 milioni e mezzo di elettori pugliesi aventi diritto, su un totale di 4016 sezioni, sono chiamati ad esprimersi sul quesito abrogativo promosso da 9 consigli regionali che prevede la cancellazione dell’articolo 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006 numero 152 (Norme in materia ambientale). Perché la proposta venga approvata, dovranno votare ‘Sì’ il 50% più uno degli aventi diritto al voto. I dati sull’affluenza verranno resi noti dal Viminale alle ore 12, 19 e alle 23. Prosegue senza sosta l’attività di appello al voto parte del coordinamento regionale referendario No-Triv pugliese, dopo l’intensa maratona elettorale per battere il quorum, che ha visto riuniti dal 10 al 15 aprile i comitati per il ‘Sì’ di tutti i comuni italiani. Tutto il corpo elettorale è pari complessivamente a 46.732.590, ai quali vanno aggiunti 3.898.778 di elettori residenti all’estero, che esprimeranno il proprio voto per corrispondenza. Il numero dei giovani che per la prima volta andranno al voto è pari a 828.519.

Alle 12 ha votato il 10,86 degli aventi diritto in Puglia. Alle 12 ha votato il 10,86 degli aventi diritto in Puglia. E’ partito il conto alla rovescia referendario in tutta Italia dove il primo dato parziale sull’affluenza si è assesta all’8,36%. Questa mattina urne aperte dalle 7 alle 23 per il referendum popolare sulla durata delle trivellazioni in mare. Oltre 3 milioni e mezzo di elettori pugliesi, su un totale di 4016 sezioni, sono chiamati ad esprimersi sul quesito abrogativo promosso da 9 consigli regionali che prevede la cancellazione dell’articolo 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006 numero 152 (Norme in materia ambientale). Perché la proposta venga approvata, dovranno votare ‘Sì’ il 50% più uno degli aventi diritto al voto. Tutto il corpo elettorale è pari complessivamente a 46.732.590, ai quali vanno aggiunti 3.898.778 di elettori residenti all’estero, che esprimeranno il proprio voto per corrispondenza. Il numero dei giovani che per la prima volta andranno al voto è pari a 828.519 I dati sull’affluenza verranno resi noti dal Viminale alle ore 12, 19 e alle 23. Visti comune per comune i primi parziali definitivi di affluenza in Puglia sono stati a Bari pari all’11,79%, Brindisi 10,06, Foggia appena al di sopra della media nazionale si assesta all’8,95%, Lecce al 12,22%, Taranto al 10,52%, e la provincia di Barletta-Andria-Trani (BAT) al 9,34%. Prosegue senza sosta l’attività di appello al voto promossa dal coordinamento regionale referendario No-Triv pugliese per battere il quorum, dopo l’intensa maratona elettorale che ha visto riuniti dal 10 al 15 aprile i comitati per il ‘Sì’ di tutti i comuni italiani. Impazza sul web superando gli oltre 16.000 tweet l’hashtag #BattiQuorum. Intanto, il presidente della Regione ha votato in mattinata presso il seggio della scuola ‘Principessa Jolanda’ da cui è partito con un tweet l’ultimo appello al voto rivolto ai cittadini: “Bella sensazione – scrive Emiliano – usare gli strumenti della nostra Costituzione”. Mattinata concitata anche negli uffici elettorali, questa mattina popolati da lunghe file di elettori per rinnovare la tessera di voto. (A cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com)

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI – FOGGIA

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This