FoggiaManfredonia
L’obiettivo è sensibilizzare i lavoratori a non attendere e ricevere passivamente le ‘buste arancioni’

Sindacati Foggia “Pensioni, perché aspettare la busta arancione?”

Al via la campagna di sensibilizzazione tra i lavoratori edili della provincia di Foggia

Di:

Foggia, 17 maggio 2016 – Perché aspettare l’arrivo delle buste arancioni quando è possibile attivarsi prima per pianificare il proprio futuro pensionistico? E’ l’interrogativo posto dalla Filca, sindacato dei lavoratori delle costruzioni aderente alla Cisl, che, in collaborazione con il Patronato Inas e la Ust Cisl di Foggia, ha deciso di avviare una campagna informativa nei luoghi di lavoro. “L’obiettivo è sensibilizzare i lavoratori a non attendere e ricevere passivamente le ‘buste arancioni’, ma – affermano il segretario generale della Filca Cisl di Foggia, Urbano Falcone, ed il direttore provinciale dell’Inas Cisl, Donato Di Lella – ad informarsi al meglio sulla situazione, recandosi presso gli uffici del Patronato e del Sindacato”.

In questo modo, sarà possibile raccogliere ulteriori informazioni che la busta arancione non è in grado di fornire a proposito della propria posizione assicurativa, del “quando” si potrà andare in pensione e del “quanto” maturato. “A tal proposito, andando incontro alle necessità dei lavoratori delle costruzioni, la Filca Cisl si mobiliterà con volantinaggi informativi nei cantieri edili di Capitanata, allo scopo di aiutarli a conoscere l’anzianità contributiva raggiunta ed individuare il primo accesso utile al pensionamento”.

A tal fine, gli uffici dell’Inas sono già a disposizione per una consulenza qualificata e personalizzata. Gli operatori del Patronato Inas sono anche a disposizione per verificare eventuali anomalie e predisporre le rettifiche da segnalare all’INPS; ma soprattutto saranno dati consigli e informazioni su ciò che potrebbe essere la futura pensione e su eventuali soluzioni integrative per aumentarla. Per un appuntamento personalizzato, è possibile rivolgersi ai referenti della Filca presenti in azienda o alle sedi Inas e Cisl della provincia. “L’invito è rivolto in particolare ai più giovani, ai quali chiediamo di riflettere attentamente – afferma il segretario generale della Cisl di Foggia, Emilio Di Conza – sulla previdenza complementare, perché le pensioni che verranno erogate con il sistema contributivo saranno molto basse, per molti circa il 45% della retribuzione mensile, quindi è necessario intervenire tempestivamente per garantirsi una terza età dignitosa e serena”.

Sindacati Foggia “Pensioni, perché aspettare la busta arancione?” ultima modifica: 2016-05-17T11:15:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi