Regione-Territorio

Brindisi, interrogatorio Vantaggiato, forse memoriale

Di:

Il 68enne di Copertino Giovanni Vantaggiato (fonte image: rainews24)

Brindisi – INTERROGATORIO in carcere per Giovanni Vantaggiato, 68enne di Copertino (Lecce), reo confesso dell’attentato nei pressi della scuola Morvillo-Falcone di Brindisi; attentato del 19 maggio scorso, con morte della 16enne Melissa Bassi e ferimento di 5 studentesse. A carico di Vantaggiato l’accusa di “strage aggravata dalla finalita’ terroristica”. Per gli inquirenti Vantaggiato potrebbe non aver agito da solo ma aiutato da “almeno un complice”; indagini su precedenti attentati, a Copertino negli anni Novanta e a Torre Santa Susanna nel 2008, nei quali Vantaggiato potrebbe avere avuto un ruolo.

In vista del terzo interrogatorio, previsto per le 10 nel carcere leccese di borgo san Nicola, l’uomo potrebbe presentare un memoriale con indicazioni più precise sul movente dell’attentato; nell’atto anche la propria versione sugli altri casi dei quali sarebbe accusato.

Legale: “dirà la verità”. Come riporta l’Ansa, “Giovanni Vantaggiato risponderà alle domande dei magistrati e dirà tutta la verità”, secondo Franco Orlando, difensore dell’imprenditore di Copertino. Vantaggiato, in carcere dal 7 giugno scorso rispondera’ alle domande dei magistrati della Dda.

Attentato Brindisi: ministero convalida sospensione preside. Da un’agenzia Ansa, il ministero dell’Istruzione ha convalidato la sospensione del preside dell’istituto Morvillo Falcone di Brindisi, Angelo Rampino. Il capo dipartimento del dicastero ha quindi confermato il provvedimento dell’ufficio scolastico regionale che ha avviato un procedimento amministrativo a carico del dirigente scolastico. Il preside, al centro di polemiche per i contenuti di interviste rilasciate nei giorni successivi all’attentato, resta quindi a casa in attesa che si concludano gli accertamenti.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi