Foggia

Foggia, riceve cartelle Equitalia e si suicida, allarme Confesercenti

Di:

Foggia – SI sarebbe suicidato dopo aver ricevuto le cartelle di Equitalia e un accertamento dell’Agenzia delle Entrate. E’ l’epilogo di una tragedia che ha visto protagonista un commerciante foggiano che, come riportano gli organi di informazione di questa mattina, domenica sera si è tolto la vita forse perché schiacciato dal peso di una pressione fiscale insopportabile in questo periodo di congiuntura economica.

Un gesto che ci lascia sbigottiti e amareggiati, ma che ci induce a chiedere ancora una volta e a gran voce maggiore attenzione al credito e alla imposizione fiscale che stanno mettendo a dura prova la vita di tante imprese portando sul lastrico i proprietari e i gestori. Tragedie che si consumano regolarmente per poi essere dimenticate nel giro di pochi giorni. Questo non deve più accadere. Le tasse vanno pagate ma bisogna anche tener conto se la “pressione fiscale” può essere retta da chi per una vita ha versato regolarmente e poi non riesce ad affrontare il quotidiano mentre i consumi diminuiscono e i ricavi delle aziende si sono impoveriti sensibilmente. Confesercenti Foggia dice “basta” alla indifferenza che accompagna simili sciagure.

Quella di domenica – se confermata – è solo l’ultima, ennesima puntata di un copione già visto. Non consociamo i particolari del caso, però non c’è paura di sbagliare dicendo che questo fenomeno va affrontato e discusso nelle sedi opportune. Ecco perché chiediamo al prefetto di Foggia di convocare l’apposito tavolo per capire come affrontare casi analoghi. Che il suicidio del negoziante foggiano non resti un caso isolato: sono tanti i commercianti e gli artigiani che ora come non mai sentono il peso addosso. Sempre più asfissiati e impotenti a reagire.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi