Stato newsTeatro

Foggia, al via semifinali e finali nazionali ‘Grandprix teatro’

Di:

Foggia – Mercoledì 18 giugno ’14 nel Tennis Club e nel Cineporto di Foggia avranno luogo le Semifinali e le Finali Nazionali della I edizione del “GrandPrix del Teatro” il primo Concorso itinerante nazionale destinato alla scoperta ed alla valorizzazione di autori, attori e cabarettisti, organizzato dall’Associazione Naschira ed ideato da Virginia Barrett. Il concorso è partito giovedì 22 maggio da Varese, per poi toccare Torino, Bologna, Paola, Marsala, Siculiana, Roma, Grottaglie ed infine Foggia.

Al Concorso hanno partecipato attori e cabarettisti dai 14 anni in su,con una sezione speciale dai 6 ai 13 anni, nelle categorie del Teatro Classico, Teatro Contemporaneo, Teatro della Tradizione Popolare, Cabaret, con particolare attenzione ai testi degli autori in gara, tra i quali sarà premiato il più interessante.

L’idea portante che ha dato origine a questo progetto è quella di cercare talenti nei luoghi dove già autori ed attori, giovani e meno giovani, svolgono la loro attività, tra teatri e locali del posto. In questo modo il tour delle Prove di Qualifica, articolato sul territorio nazionale, ha creato un’opportunità per tutti in modo semplice ed economico, evitando inutili “viaggi della speranza” per raggiungere sedi di casting vari. Come ha sottolineato Virginia Barrett “Siamo noi che ci siamo mossi ed abbiamo raggiunto gli artisti, autori o interpreti, nelle sedi dove studiano o lavorano con sacrificio per realizzare i loro sogni, offrendo loro ulteriori opportunità di inserimento all’interno di progetti teatrali, cinematografici e televisivi a carattere nazionale ed internazionale.”

Le Semifinali avranno luogo mercoledì 18 giugno ’14 dalle ore 10,00 alle ore 16,00 nel nuovo Teatro di Posa del Cineporto di Foggia e le Finali, alla presenza della Giuria di qualità, si svolgerà dalle ore 20,00 alle 23,00 dello stesso giorno nella splendida cornice del Tennis Club di Foggia.

La giuria d’eccezione delle Finali è composta da Giuseppe Pambieri e Pippo Franco in qualità di Presidenti, e da Enrico Bernard, autore e regista teatrale e cinematografico, e Daniele Giakketta, autore di programmi radiofonici e televisivi, come Direttori Artistici del concorso.
Saranno, inoltre, presenti: Mariano Anagni, produttore teatrale compagnia Lavia-Anagni, Angelo Bassi, produttore cinematografico della Mediterranea Film, Benito Ripoli, Presidente Nazionale della FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), Iliana Manfredi, fondatrice della Scuola sull’Energia del Colore.

L’ Associazione Naschira, insieme a tutti gli esponenti della giuria, selezioneranno attori ed attrici per ruoli e partecipazioni a loro produzioni e spettacoli, ed in particolare:
• il Produttore Cinematografico Angelo Bassi, della Mediterranea Film, selezionerà un attore oppure un’attrice per un ruolo all’interno del film”MyItaly”, scritto e diretto da Bruno Colella, che ha come protagonisti Silvio Orlando, Lina Sastri, Rocco Papaleo e numerosi artisti nazionali ed internazionali tra i quali esponenti dell’ arte contemporanea come Mark Kostabi, Krzystof M. Bednarski ed altri.

• L’Associazione Naschira sceglierà due attrici per la prossima quinta edizione della rassegna di monologhi al femminile,”Donne d’Amore”, prodotta in collaborazione con il fondo PSMSAD dell’INPS.

• Enrico Bernard selezionerà due attori e due attrici per il suo libero adattamento de “La città morta” di Gabriele D’Annunzio, opera teatrale e cinematografica che verrà realizzata nella stagione 2015/2016 con le musiche originali di Andrea Russo, coprodotto e distribuito da Mariano Anagni e Naschira.

Il 19 giugno 2014, dalle ore 10,00 alle ore 14,00 sempre al Cineporto di Foggia, tutti i concorrenti ammessi alla Fase Finale potranno partecipare allo Stage – Dibattito Interattivo curato da Pippo Franco e Daniele Giakketta per il cabaret e da Giuseppe Pambieri ed Enrico Bernard per il teatro ,ulteriore premio offerto dal Direttivo Nazionale del Concorso a tutti i semifinalisti.
L’ ingresso allo stage è aperto a tutti i cittadini.

Si è scelta la città di Foggia come sede della I Edizione di GrandPrix del Teatro Foggia, sia perché la manifestazione è dedicata a Sergio Giordano, uomo di cultura, foggiano, recentemente scomparso sia per le origini di Virginia Barrett, General Manager della manifestazione.
Una città, Foggia, con una grande tradizione teatrale e culturale, basti pensare al fatto che ha dato i natali al grande compositore Umberto Giordano, ma che vive da anni una stagione difficile e controversa, con la chiusura dei maggiori teatri cittadini ed il conseguente decadimento di interesse dei foggiani stessi verso questa forma di espressione artistica. Eppure qualcosa si muove e gruppi di persone che non rinunciano al bisogno ed alla necessità di ritrovare stimoli nuovi, si sono riunite in associazioni culturali allo scopo di tentare di far ripartire la città. Negli ultimi anni sono nate le associazioni della Taverna del Gufo, storico locale che già dagli anni ‘60 e ’70 ospitava i grandi nomi del cabaret e del jazz internazionali, e degli Ex alunni del liceo classico “V.Lanza”, vera istituzione della cultura cittadina e fucina di talenti e di protagonisti, in tutti i settori, in campo nazionale.

Queste due associazioni hanno da subito sposato l’idea di Virginia Barrett, foggiana doc ed ex alunna del Lanza, di rilanciare il settore teatrale attraverso il GrandPrix del Teatro, proponendosi come partner in questa iniziativa e indicando Foggia come sede della fase finale del concorso.

La collaborazione, infine, del Tennis Club e del Cineporto di Foggia, straordinaria ed innovativa struttura dedicata al Cinema e agli eventi, fortemente voluta dall’Apulia Film Commission e da Promo Daunia, ha consentito che dai progetti si passasse ai fatti con l’individuazione delle location nelle quali effettuare semifinale e finale del concorso.

I luoghi prescelti per le Fasi del Concorso si allontanano da quelli classicamente deputati alle esibizioni teatrali che, infatti, si svolgeranno in contesti nuovi e non scontati, in location a volte distanti da ciò che si immagina quando si pensa al teatro.

Il concorso ha anche un risvolto umanitario: parte del ricavato della serata finale , verrà devoluto al progetto In Madagascar dell’Associazione Leo onlus O.N.G. “ SEKOLY SUNRISES LEO AMICI” che accoglie circa 250 bambini dall’asilo alle scuole medie.

Il teatro portato fuori dal teatro, il teatro tra la gente
…… per far vivere il teatro…..perché… “Qualunque cosa tu possa fare…qualunque. sogno tu possa sognare…comincia. Comincia ora! (J.W.Goethe)

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi