CronacaStato news

Il Pd di San Severo “riparte da tre”

Di:

San Severo – Il presidente del Coordimento Cittadino del Partito Democratico di San Severo (Michele Carella), a seguito della ricezione della lettera di dimissioni del segretario cittadino (Nada Pennacchia) che il primo giugno ha ufficializzato le sue dimissioni senza riportare motivazioni particolari, ha convocato il coordinamento nella serata del 16 giugno presso la sede di Corso Leone Mucci per ratificarne le dimissioni e procedere, a norma dello statuto regionale, alla nomina del nuovo coordinatore del circolo di San Severo.

La riunione ha mostrato subito le contrapposizioni interne che continuano ad essere aspre a causa della debacle subita alle ultime amministrative che ha visto il Partito Democratico di San Severo perdere nonostante sia il primo partito per consensi all’interno della città. I lavori del coordinamento sono continuati secondo l’ordine del giorno previsto, avendo accertato la presenza della maggioranza dei componenti del coordinamento per cui, dopo un’attenta analisi della situazione interna al partito, si è proceduti alla nomina di un nuovo coordinatore che avesse il compito di rimettere il PD di San Severo sui binari giusti.

La scelta dei presenti è ricaduta su Luigi Presutto, renziano da sempre e promotore dei comitati “Adesso” nella cittadina dell’Alto Tavoliere.
Nella sua relazione di insediamento, il coordinatore, ha rimarcato la necessità di rimettere insieme i pezzi del partito ed aprire il dialogo con la città attraverso un rapporto costante con le associazioni e tutte quelle realtà che, pur non essendo presenti in consiglio comunale, sono portatori di interessi e di idee per lo sviluppo della città di San Severo.

Il suo impegno lo porterà già da oggi a prendere contatti con tutte le componenti del PD, con il sindaco e con tutte formazioni presenti in consiglio comunale, oltre che ricucire lo strappo con la federazione provinciale e regionale avuta durante il ballottaggio. Proprio in virtù di questa scelta inclusiva, Luigi Presutto ha ritenutodi chiamare subito al suo fianco, come vice coordinatori cittadini, Matteo Tricarico e Mariella Romano, che nello scorso congresso hanno rappresentato la mozione Cuperlo (il primo) e Civati (la seconda), auspicando di poter inserire anche una rappresentanza della mozione Pittella.

“Adesso bisogna sotterrare le “asce di guerra” – ha detto il neo coordinatore – e costruire percorsi condivisi perché c’è da ricostruire il partito ed avviare il progetto politico proposto dalla coalizione di centrosinistra che ci vedrà attori principali di proposte da presentare alla città. Dobbiamo, inoltre, coordinare il rapporto fra il partito, la città, gli eletti e la nuova amministrazione comunale con la quale riteniamo che si possa avviare un dialogo costruttivo e propositivo.

Certo il nostro ruolo è quello di fare un’opposizione attenta e vigile, perché questo è il mandato avuto dai cittadini, ma valuteremo con attenzione le proposte della maggioranza non potendo avallare progetti diversi da quelli che sono i capisaldi del nostro programma politico per la città. La strada è lunga e tortuosa – conclude Luigi Presutto – ma credo nell’impegno dei militanti di questo partito e nella loro capacità di produrre buona politica e buone idee per il futuro della nostra città”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi