PoliticaStato news

Riforma legge elettorale, Zullo: “Vendola teme di non superare il 4%”

Di:

Bari – “Giovedì il gruppo pugliese di Forza Italia, con tutta la dirigenza regionale del partito e l’on. Raffaele Fitto, affronterà la questione relativa alla legge elettorale per una valutazione collegiale, con l’obiettivo di elaborare una proposta che possa offrire ai cittadini la rappresentanza più solida ed equilibrata. Nell’altro schieramento, invece, pare che siano tutti concentrati a cucire un abito su misura di qualcuno”. Lo dichiara il Capogruppo in Consiglio Regionale del Pdl-Fi, Ignazio Zullo. “Apprendiamo infatti – prosegue – dell’ipotesi vendoliana e del Pd della riduzione della soglia di sbarramento dal 4 % al 3%. Il motivo sotteso, lungi dal riguardare ragioni tecniche, è tutto politico. Registriamo, a questo proposito, la consapevolezza di Vendola del rischio di non entrare con Sel in Consiglio Regionale e questo rivela la parabola discendente in cui il governatore sa di essere caduto. Un fallimento a cui fa seguito, giustamente, il timore di una sonora bocciatura da parte dell’elettorato, ormai disilluso dalle false promesse del leader di Sel. Ma pur di raggiungere le sue mire carrieristiche, Vendola oggi apre a Renzi, nel tentativo di ottenere uno strapuntino nel governo nazionale utile a mantenere una posizione di potere.

Qui, con un po’ di sfacciataggine oltre che opportunismo politico, Vendola punta il dito contro l’alleanza con gli ex forzisti alfaniani, che occupano le ambite poltrone nel governo. E questo mentre in Puglia ha nominato sempre un ex forzista assessore nella sua Giunta (…). Sulla legge elettorale però, vigileremo affinché non si traduca in una legge su misura di qualcuno e possa, invece, costituire il fondamento per una rappresentanza vera in grado di traghettare la Puglia fuori da questi lunghi anni di buio in cui è cascata con la sinistra. Confidiamo nel ruolo di garante del Presidente Introna – conclude Zullo – perché la legge elettorale non venga approvata a colpi di maggioranza, ma sia frutto dell’unitarietà di intenti il più ampia possibile”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi