ManfredoniaMattinata
A cura della S.T.E.S. Sub Technical Edil Service S.n.c. di Mola di Bari

Consolidamento Tor di Lupo, verifiche per eventuali ordigni bellici

Nell'ambito delle opere di difesa costiera e mitigazione e/o rimozione dello stato di rischio del territorio comunale - consolidamento e sistemazione della falesia in località "Tor di Lupo" nel Comune di Mattinata

Di:

Mattinata – DAL 15 Giugno 2015 sino al 16 Luglio 2015, salvo proroghe, la S.T.E.S. Sub Technical Edil Service S.n.c. di Mola di Bari, effettuerà lavori di ricognizione dei fondale marino per l’individuazione di eventuali ordigni residuati bellici in località “Tor di Lupo” nel Comune di Mattinata (FG).

Le ricerche seguono l’istanza dell’Impresa Costruzioni edili – bonifiche e stradali “ROTICE ANTONIO S.r.l.” di Manfredonia (FG) intesa ed ottenere l’autorizzazione alle attività di ricognizione fondali (tramite la Ditta SUB TECHNICAL EDIL SERVICES S.r.l.) e all’esecuzione dei lavori di realizzazione di opere di difesa costiera e mitigazione e/o rimozione dello stato di rischio del territorio comunale – consolidamento e sistemazione della falesia in località “Tor di Lupo” nel Comune di Mattinata.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Antonio

    Ecco come spendere soldi pubblici! Sono decenni che quel tratto di mare è frequentato dai bagnanti e da sub, mai rilevato problemi di sicurezza, adesso si sono ipotizzate che ci possono essere ordigni bellici. Ammettendo anche il dubbio… per quale motivo in quella tratto di mare dovrebbero esserci dei residui di ordigni bellici del dopo guerra se non altro per giustificare, dietro la sicurezza dei bagnanti, una spesa inutile di soldi pubblici.


  • Nik

    I lavori di bonifica da ordigni e residuati bellici a terra e mare sono regolati dalla legge n.177 del 1 ottobre 2012, modifica del Decreto Legislativo 81/2008 in materia di sicurezza sul lavoro. L’impresa esecutrice è obbligata da una legge dello Stato ad eseguire tale bonifica, a proprie spese e tramite una ditta specializzata, anche se probabilmente non verrà ritrovato nessun ordigno bellico.
    Per cui penso proprio che all’impresa appaltatrice questa spesa non sia molto digerita … proprio come non lo è ai soliti “commentatori seriali” che impiegano il loro tempo ad effettuare disamine sull’utilizzo sbagliato o meno di soldi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi