Editoriali
Si apre il contenzioso tra Regione Puglia e Consorzio trasporti aziende pugliesi

Regione Puglia, quel lodo di 5 mln euro

Presidente e assessori regionali,pochi giorni fa, hanno deciso di nominare il proprio rappresentante innanzi il Collegio arbitrale: prof.avv. Giuseppe Trisorio Liuzzi,legale esterno

Di:

Si apre il contenzioso tra Regione Puglia e Consorzio trasporti aziende pugliesi. Quest’ultimo, a fronte della convenzione firmata con i responsabili della Regione, lamenta il mancato adeguamento della tariffa prezzi e il non trasferimento al Consorzio di importi monetari relativi ad alcune spese sostenute dalle aziende consorziate.

Quindi il Consorzio ha nominato l’avv. Ignazio Lagrotta, suo rappresentante nel Collegio arbitrale, e invitato la Regione a provvedere alla designazione dell’arbitro di sua spettanza. Secondo i vertici politici pugliesi le situazioni addotte dal Consorzio trasporti “ non rientrano nella clausola del contratto stipulato,essendo il Collegio arbitrale incompetente a decidere sulle predette domande”. Comunque Presidente e assessori regionali,pochi giorni fa, hanno deciso di nominare il proprio rappresentante innanzi il Collegio arbitrale: prof.avv. Giuseppe Trisorio Liuzzi,legale esterno.

Perchè? Diversi motivi. Tra cui la complessità della questione,l’ingente somma richiesta dal Consorzio,la possibilità che altre società di trasporto pubblico locale possano mettere in atto analoghi giudizi arbitrali.
Il valore della causa è di oltre 5.000.000,00 euro.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi