CulturaManfredonia

Andrea Pazienza

Di:

Foggia. Genio assoluto nel campo della fumettistica (ma con lui questa parola assume un significato restrittivo), Andrea Pazienza, nasce a San Benedetto del Tronto il 23 maggio 1956. Passa l’infanzia a San Severo, un paese nella piana pugliese. A tredici anni si trasferisce a Pescara dove frequenta il Liceo Artistico (aveva già iniziato gli studi a Foggia) e partecipa al Laboratorio comune d’arte “Convergenze”. E’ già praticamente un genio del disegno e pochi intorno a lui faticano ad accorgersene, anche perché Andrea è un tipo esuberante e vulcanico, dalla creatività incontenibile. Terminati gli studi liceali si iscrive al DAMS, a Bologna.Nella primavera del 1977 la rivista “Alter Alter pubblica la sua prima storia a fumetti: Le straordinarie avventure di Penthotal. Nell’inverno 1977 partecipa al progetto della rivista underground “Cannibale”. E’ tra i fondatori delle riviste “Il Male” e “Frigidaire”, e collabora alle più importanti testate giornalistiche del panorama italiano, da Satyricon de “la Repubblica”, a Tango de “l’Unità”, al quindicinale indipendente “Zut”, mentre continua a scrivere e disegnare storie per riviste quali “Corto Maltese” e “Comic Art”. Disegna inoltre manifesti di cinema e di teatro, scenografie, costumi e abiti per stilisti, cartoni animati, copertine di dischi, pubblicità. Nel 1984 Pazienza si trasferisce a Montepulciano. Qui realizza alcune delle sue opere più importanti, come Pompeo e Zanardi. La prima delle tre. Collabora a varie iniziative editoriali fra cui L’Agenda Verde della Lega per l’Ambiente. Andrea Pazienza muore improvvisamente a soli trentadue anni, il 17 giugno 1988 a Montepulciano, fra lo sconcerto dei suoi cari e dei suoi collaboratori, lasciando un vuoto davvero incolmabile; non solo artistico, ma anche di vitalità, fantasia, sensibilità e gioia di vivere.

(A cura di Marilina Ciociola, Manfredonia 17.06.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati