GarganoManfredonia
Nota stampa

Casa Sollievo “L’amministrazione dei beni degli enti ecclesiastici tra carisma e servizio”

Di:

San Giovanni Rotondo. Lunedì 20 giugno, alle 9,30, la sala convegni dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza ospiterà il convegno “L’amministrazione dei beni degli enti ecclesiastici tra carisma e servizio”. All’evento – patrocinato da Università di Foggia, Università di Bari, Facoltà Teologica Pugliese, Università Europea di Tirana e Associazione Docenti Discipline Ecclesiastiche – parteciperanno amministratori, giuristi, prelati e docenti con anni di esperienza nel campo dell’amministrazione dei beni della Chiesa. In apertura gli interventi di monsignor Michele Castoro, presidente della Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza, Aldo Ligustro, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia, don Angelo Panzetta, preside della Facoltà Teologica Pugliese, Roberto Voza, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Bari e Tonin Gjuraj, rettore dell’Università Europea di Tirana.

Nella prima sessione, incentrata sulla relazione tra amministrazione e carisma originario, interverranno: don Baldassarre Chiarelli (Facoltà Teologica Pugliese), Domenico Crupi (direttore generale Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza), monsignor Mauro Rivella (Amministrazione Patrimonio della Sede Apostolica), don Gaetano Coviello (Arcidiocesi di Bari-Bitonto), don Jesus Minambres (Pontificia Università della Santa Croce), Gaetano Dammacco (Università di Bari), Vincenzo Grienti (giornalista TV2000).

Monsignor Giuseppe Baturi (Conferenza Episcopale Italiana), monsignor Angelo Dipasquale (Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie), monsignor Antonio Interguglielmi (Vicariato di Roma), Giovanna Maria Rita Iurato (Ministero dell’Interno), Massimo Di Rienzo (Università di Bari), Francesco Lozupone (Università di Foggia), Carmela Ventrella (Università di Bari) e Ksenofon Krisafi (Università Europea di Tirana) saranno i relatori della sessione pomeridiana, dedicata ai servizi e alle criticità.
Papa Francesco, nei suoi interventi, ha più volte auspicato una gestione trasparente e responsabile dei beni della Chiesa. Un servizio che necessità di competenze professionali specifiche e che interpella tutte le comunità cristiane e gli enti della Chiesa.

Anche il Segretario di Stato Vaticano Cardinale Pietro Parolin ha ribadito la necessità di recuperare i carismi originari per operare con correttezza e coerenza, così come la Conferenza Episcopale Italiana che ha posto la tematica all’ordine del giorno dell’assemblea generale dei vescovi del maggio scorso.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati