FoggiaManfredonia
"Auspichiamo che la scia positiva non si interrompa e che gli studenti pugliesi vivano un continuo miglioramento dei servizi"

Nuovi parametri ISEE e ISPE: la soddisfazione di Area Nuova

"L’associazione studentesca Area Nuova apprezza l’attenzione e la sensibilità che il Governo regionale ancora una volta dimostra verso il tema del Diritto allo Studio"

Di:

Foggia. Con la delibera di giunta, nella giornata del 15 Giugno, la Regione Puglia ha aggiornato ai valori massimi consentiti dal Decreto Ministeriale le soglie ISEE e ISPE, rispettivamente a 23.000 € e 50.000€, ai fini dell’ottenimento dei benefici e dei servizi registi dal Bando di Concorso unico regionale per l’assegnazione delle borse di studio. L’associazione studentesca Area Nuova apprezza l’attenzione e la sensibilità che il Governo regionale ancora una volta dimostra verso il tema del Diritto allo Studio, attraverso questa delibera che permetterà agli studenti pugliesi di continuare i propri studi in un momento economico difficile come quello attuale.

“Questo provvedimento consentirà di risolvere i disagi riscontrati l’anno scorso che hanno portato all’esclusione di 5000 Studenti dal Bando Benefici e Servizi dell’ADISU causati dall’introduzione dei nuovi parametri di calcolo di ISEE e ISPE.” – ha dichiarato Anna Aquilino, rappresentante dell’Associazione Studentesca Area Nuova e Consigliere di Amministrazione Adisu Puglia – “Questa importante conquista si aggiunge alla misura compensativa straordinaria che già l’anno scorso permise di reincludere i 5000 studenti e alla recente acquisizione della possibilità di coprire totalmente le borse di studio tramite l’integrazione anche per gli anni futuri con fondi POR di provenienza europea. Auspichiamo che la scia positiva non si interrompa e che gli studenti pugliesi vivano un continuo miglioramento dei servizi, come potrebbe essere, a Foggia, l’apertura di una nuova residenza, obiettivo per cui ci stiamo battendo e che intendiamo rendere una conquista.”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati