CapitanataCerignola
"Nessuno si è "degnato" di fornire una spiegazione ai cittadini e alle forze politiche di opposizione"

Rendine “Si faccia chiarezza sulle dimissioni del vice Sindaco di Cerignola”

"Nel frattempo, la città sta vivendo un grave ed estremamente preoccupante declino civico e culturale"

Di:

Cerignola. “Solo tre mesi fa, l’Assessore alla Cultura del Comune di Cerignola, dott.ssa Colucci, prendendo le distanze dal vergognoso operato dell’attuale amministrazione, si dimetteva dalla propriacarica. Da allora nessun chiarimento é stato fornito. Nessuno si è “degnato” di fornire una spiegazione ai cittadini e alle forze politiche di opposizione, che pur hanno il pieno di diritto ad una maggiore trasparenza dell’attività amministrativa. Tale importante ruolo, ad oggi, risulta ancora “scoperto”. Si apprende da notizie di stampa che varie persone interpellate avrebbero fermamente declinato, forse consapevoli che associare il proprio nome a questo scempio sarebbe sconveniente.

Nel frattempo, la città sta vivendo un grave ed estremamente preoccupante declino civico e culturale attenuato solo dalla buona volontà di qualche meritevole associazione privata. Nemmeno si intravede una qualsiasi forma di iniziativa che possa essere definita tale e che sia promossa dall’amministrazione. Tra l’altro, non potrebbe essere altrimenti … immaginare che il sindaco metta possa fare cultura è decisamente irrealistico. Egualmente gravi sono le altre dimissioni avvenute nella giornata di ieri. Anche il vice Sindaco, nonché Assessore alle Politiche Sociali, Domenica Albanese si è fatto da parte. Anche in questo caso nemmeno una parola o una spiegazione sulle motivazioni che hanno portato a questa scelta. Si faccia immeditamente chiarezza su quali saranno i soggetti a cui verranno affidati questi assessorati… .. su quali siano le logiche sottostanti alle future scelte … … se ci siano gruppi consiliari che “reclamano” un assessorato e in cambio di cosa !? Un’amministrazione ferma in un imbarazzante immobilismo e completamente ed esclusivamente assorta nei soliti e vecchi “giochi di potere. Questo sarebbe il cambiamento!? “.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati