CronacaStato news
Si è trattata di psicosi collettiva?

Analisi ambientali in zona Salice, raccolta fondi

Il 19 giugno la compagnia di danza Oriental Express, in collaborazione con la Piccola Compagnia Impertinente, organizzerà uno spettacolo di danza il cui ricavato sarà totalmente devoluto per contribuire a finanziare le analisi

Di:

Foggia. A Foggia, per circa tre giorni a partire dal 24 maggio, in zona Salice ha bruciato una discarica illegale di rifiuti non caratterizzati che si presume provenissero dalla Campania. Le autorità competenti hanno fornito scarse informazioni ai cittadini su quanto stava accadendo e su cosa stavano respirando. La prima comunicazione ufficiale è stata quella del sindaco a più di 24 ore dall’inizio dell’incendio, con un comunicato con il quale assicurava che grazie al vento favorevole non c’erano stati rischi per la salute dei cittadini foggiani, dimenticandosi di tutti coloro che vivono o lavorano in quell’area agricola. In ogni caso la prima notte dell’ incendio i fumi hanno interessato anche il centro abitato di Foggia, infatti in molti hanno avvertito la puzza.

Si è trattata di psicosi collettiva? Ad oggi, nonostante siano passati 24 giorni dall’incendio, l’unico dato ufficiale noto è quello relativo alle PM10, ed è stato accertato che nell’area interessata dalle misurazioni si sono raggiunti picchi di 1350 ug/m3. Con punte di 1500, su in raggio di un 1.5 km. Per comprendere la gravità del dato rilevato, si deve sapere che il valore massimo giornaliero che si può raggiungere (e solo 35 volte in un anno) è di 50ug/m3. Vista la natura dell’incendio, è possibile sapere se si è sprigionata diossina, in che quantità e qual è l’area eventualmente interessata? Inoltre, con quali calcoli scientifici si è identificata la fascia di sicurezza essere di soli 400 mt di raggio dal sito incriminato? I silenzi alimentano la sfiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni ed è per questo che i residenti al Salice e non solo, con alcune associazioni ambientaliste e di categoria, hanno organizzato una raccolta fondi per pagare un ente privato che effettui analisi ambientali (il cui importo è di € 1.900,00) e fornisca quelle risposte che oggi gli organi ufficiali ARPA e ASL tardano a dare.

Il 19 giugno la compagnia di danza Oriental Express, in collaborazione con la Piccola Compagnia Impertinente, organizzerà uno spettacolo di danza il cui ricavato sarà totalmente devoluto per contribuire a finanziare le analisi. Lo spettacolo si terrà al Piccolo Teatro Impertinente, in via Castiglione n. 49; sipario ore 21.00. Il costo del biglietto è di € 8,00, con la possibilità di poter contribuire con un’ulteriore offerta a piacere. Per essere più incisivi di fronte ad un problema di cui non si parla, cittadini, associazioni ambientaliste e politiche si stanno unendo in un comitato. Chiunque fosse interessato può iscriversi alla pagina Facebook “Comitato dei Cittadini per l’incendio della discarica abusiva a Foggia”. A breve si convocherà la prima riunione che decreterà la nascita ufficiale del comitato.

Compagnia di danza Oriental Express Piccola Compagnia Impertinente Alternativa Libera Foggia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi