Isole TremitiManfredonia

“Diniego ancoraggio a navi da crociera nell’area marina protetta Tremiti”

Di:

”Sabato 15 luglio il Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Gargano ha integrato il Regolamento di esecuzione e di organizzazione dell’area marina protetta Isole Tremiti in particolare l’art. 21 – Disciplina dell’attività di trasporto passeggeri e visite guidate con il seguente comma: “Nell’area marina protetta non è consentita la navigazione e la sosta delle navi da crociera.”

La decisione è stata presa, all’unanimità, in risposta alla richiesta, del Comune di Tremiti, di permettere l’ancoraggio di navi da crociera sino a 200 metri di lunghezza presso le Isole Tremiti.
In qualità di rappresentante delle associazioni ambientaliste nel Consiglio Direttivo del Parco del Gargano esprimo la soddisfazione è la condivisione delle associazione che rappresento per la
decisione presa.

Evidentemente anche tragiche esperienze, come quelle della Costa Concordia, non hanno insegnato ancora il rispetto dovuto ai fragili equilibri ambientali di aree importanti e delicate come quelle delle Tremiti. Oltre alle problematiche marittime e ambientali (che si possono leggere nella delibera allegata) mi preme anche sottolineare quanto sia avventato e fuori luogo scaricare in un colpo solo, su isole, piccole, e non attrezzate 1000 o 2000 turisti. Esiste un limite alla capacità di carico antropico, e chiedendo di autorizzare l’arrivo di navi da crociera si è preferito ignorare anche il fatto che la banchina del porto di San Domino riesce già a malapena a ospitare qualche centinaia di passeggeri sbarcati dai traghetti. Non parliamo poi dei problemi strutturali che avrebbero subito le isole in ordine alla gestione di un numero così rilevante di turisti: rifiuti e sistema di trasporto nell’isola in primis.

Credo che le Isole Tremiti meritino di meglio e di più che non un turismo mordi e fuggi che crea solo problemi a tutti e guadagni a pochi.

Questa mattina la nave della Tirrenia non è partita dalle Tremiti per controlli di verifica dei danni subiti dopo che la risacca nel porto, dovuta al mare mosso, ha fatto sbattere la nave contro il molo. Si tratta del traghetto “Isola di Capraia“: Traghetto veloce di Classe TMV 70 Aquastrada caratterizzato da una velocità di punta di 27 nodi. È lungo 71, largo 12 e alto 9 metri, con 1925 tonnellate di stazza. È in grado di trasportare 522 passeggeri e 57 auto. Questa è la dimensione della nave più grande che, in quanto traghetto di trasporto passeggeri, è autorizzata ad attraccare nel porto delle Tremiti.

Invece le navi da crociera, oggi, sono più alte e lunghe di qualche isola delle Tremiti.

Come minimo hanno una stazza lorda di 50.000 tonnellate. Oggi molte navi da crociera superano le 100.000 tonnellate di stazza lorda e portano tra 2.000 e 4.000 passeggeri. Nella richiesta del Comune di Tremiti erano state individuate come zone di fonda per le navi da crocriera quelle gia istituite a TREMITI con ordinanza della capitaneria n. 3/2010 (vedi pianta allegata), e precisamente la N2 situate a circa 300 m da isola di San Nicola, la D4 a circa 500 m da isola di San Domino e D2 a circa 450 m da isola di San domino, tutte a una batimetrica superiore ai 50 m, eccetto D2, intorno ai 30 m. La distanza è calcolata dal punto centrale delle zone di ancoraggio. La distanza tra costa San domino e limite Area marina protetta (amp) lato sud est è di 800- 1000, e la distanza tra Costa San Nicola e limite Amp lato sud est è da 500 a 800 m. Ancorare oltre il limite dell ‘amp significava dover ancorare a una profondita superiore ai 70-80 m.

La cosa più rilevante da sottolineare è che la zona di fonda N2 è a soli 300 metri dalla costa quando una nave da crociera può tranquillamente superare i 200 metri di lunghezza.
Ma quanto accaduto all’Isola del Giglio non ha insegnato niente???

On. Marco Lion – Rappresentante Associazioni Ambientaliste nel Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Gargano che gestisce l’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti

———————-
L’anno duemiladiciasette, il giorno 15 del mese di luglio, per convocazione nelle forme e nei termini di legge, si è riunita presso la sede del comune delle Isole Tremiti il CONSIGLIO DIRETTIVO.

All’appello risultano i Sigg.ri:
Il Presidente f.f. Prof. Claudio Costanzucci Paolino

Ed i componenti:

Nome Cognome Qualifica Presente Assente
1 Pasquale COCCIA Componente. X
3 Marco LION Componente X
4 Francesco RIGA Componente X
6 MassimoMONTELEONEComponente X
8 Michele PRENCIPE Componente X

Con la presenza del Collegio dei Revisori dei Conti nella seguente composizione:

Nome Cognome Qualifica Presente Assente
1 Luigi DE VICARIIS Presidente X
2 Anna Alessandra LIONETTI Componente X
3 Matteo TOTARO Componente X

Svolge le funzioni di segretario verbalizzante il Direttore f. f. dell’Ente Parco, Dott.ssa Carmela STRIZZI.

Presiede la seduta il Presidente f.f. dell’Ente Parco, Prof. Claudio Costanzucci Paolino.
Verificata la presenza del numero degli intervenuti e constatata l’esistenza del quorum legale per la validità della seduta, il Presidente dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’argomento in oggetto.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Premesso che:
– con Decreto Interministeriale del 14/07/1989 è stata istituita la Riserva Naturale Marina Isole Tremiti;
– con il DPR del 5/6/1995 è stato istituito l’Ente Parco Nazionale del Gargano;
– ai sensi della legge quadro sulle aree protette 394/91, art. 19 comma 2, la gestione della Riserva Naturale Marina Isole Tremiti è affidata all’Ente Parco Nazionale del Gargano.

Atteso che l’Amministrazione Comunale di Isole Tremiti aveva richiesto alla Capitaneria di Porto di Termoli di convocare un tavolo con i Soggetti competenti per discutere della possibilità di ancoraggio di navi da crociera sino a 200 metri di lunghezza presso le Isole Tremiti .

Preso atto che in data 16 giugno 2017 l’Ente Parco Nazionale del Gargano, nella persona della Direttore f.f., Dott.ssa Carmela Strizzi partecipava al tavolo tecnico convocato con nota prot. 10767 del 14.06.2017 dal Comandante della Capitaneria di Porto di Termoli, C.F. Sirio Faè.

Rilevato che lo scopo del tavolo era quello di esaminare da un punto di vista della sicurezza della navigazione e della tutela dell’ambiente marino, nonché giuridico circa l’applicabilità del Decreto Ministeriale del 02.03.12 detto Passera/Clini, rispetto alla disciplina della navigazione nell’AMP Isole Tremiti, la possibilità di ancoraggio di navi passeggeri superiori alle 500 tonnellate di stazza lorda all’interno della riserva marina.

Atteso che il Decreto Ministeriale 02 marzo 2012 “Disposizioni generali per limitare o vietare il transito delle navi mercantili per la protezione di aree sensibili nel mare territoriale” dispone che nella fascia di mare che si estende per due miglia marine dai perimetri esterni dei parchi e delle aree protette nazionali, marini e costieri, istituiti ai sensi delle leggi 31 dicembre 1982, n. 979 e 6 dicembre 1991, n. 394, e all’interno dei medesimi perimetri sono vietati la navigazione, l’ancoraggio e la sosta delle navi mercantili adibite al trasporto di merci e passeggeri superiori alle 500 tonnellate di stazza lorda.

Rilevato, però, che il Decreto del 02 marzo 2012 al comma 2 dell’art. 1 fa salvi i provvedimenti riguardanti le discipline vigenti nei parchi e nelle aree protette nazionali, marine e costiere, istituiti ai sensi delle leggi 31 dicembre 1982, n. 979 e 6 dicembre 1991, n. 394.

Atteso, dunque, che rispetto ai dettami del Decreto del 02 marzo 2012 una eventuale soluzione per consentire l’ingresso delle navi da crociera nell’AMP potrebbe essere esaminata dalle strutture competenti (Autorità marittima; Enti Locali e Ente gestore dell’AMP) solo attraverso la valutazione della disciplina che regola la navigazione in ambito locale, nello specifico delle norme dell’area marina protetta o con una modifica delle stesse.

Rilevato che con Delibera del Consiglio Direttivo n. 17 del 29.11.2016 è stata approvata il Regolamento di esecuzione e di organizzazione dell’Area Marina Protetta Isole Tremiti che in data 14.12.2016 è stato inviato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per gli adempimenti di competenza.

Atteso che il Regolamento approvato dal Consiglio direttivo e inviato al Ministero non prevede nessun articolo per la disciplina della navigazione delle navi da crociera all’interno dell’Area marina Protetta delle Isole Tremiti.

Considerato che il Ministero non ha ancora approvato ed adottato il Regolamento di esecuzione e di organizzazione dell’Area Marina Protetta Isole Tremiti.

Atteso l’esito del sopralluogo espletato dai componenti del Consiglio di Amministrazione, in data odierna, prima dell’adozione del presente atto, da cui i Consiglieri hanno ritenuto di non permettere l’attracco delle navi da crociera nell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti in quanto gli impatti ambientali (incidenza sugli habitat e specie marine, inquinamento delle acque marine, inquinamento acustico, inquinamento atmosferico e rifiuti) non sono trascurabili e poco significativi e altererebbero le valenze naturalistiche delle Isole Tremiti

Ritenuto, pertanto, di voler apportare una integrazione al Regolamento di esecuzione e di organizzazione dell’area marina protetta Isole Tremiti che disciplina anche la navigazione delle navi da crociera all’interno dell’Area marina Protetta delle Isole Tremiti.

Visto il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del presente atto rilasciato dal Responsabile dell’Area AOO_05 “Gestione delle Risorse naturali”, Dott.ssa Carmela Strizzi.

Atteso che il presente provvedimento non comporta oneri finanziari e, pertanto, non necessita del relativo visto da parte del Responsabile dell’Area AOO_03 “Contabilità e finanza”.

Visto il parere favorevole in ordine alla regolarità normativa del presente atto del Direttore f.f., Dott.ssa Carmela Strizzi.

Tanto premesso, e ritenendo la premessa parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Ad unanimità di voti espressi nei modi e forme di legge

DELIBERA
Per le ragioni in premessa espresse, che qui si intendono integralmente riportate:
– Di integrare il Regolamento di esecuzione e di organizzazione dell’area marina protetta Isole Tremiti in particolare l’art. 21 – Disciplina dell’attività di trasporto passeggeri e visite guidate con il seguente comma:
Nell’area marina protetta non è consentita la navigazione e la sosta delle navi da crociera.

– di dichiarare, con separata ed unanime votazione, la presente deliberazione immediatamente eseguibile.

———————————–
Ing. Matteo Orsino – Via Vittime Civili, 64
71121 Foggia – Italy
———————————–

“Diniego ancoraggio a navi da crociera nell’area marina protetta Tremiti” ultima modifica: 2017-07-17T20:02:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi