Capitanata

Strade Monti Dauni, ok Provincia al Piano dei lavori (28 mln). Campo: “speriamo”

Di:

Il Consiglio provinciale discute dell'emergenza viabilità in Capitanata (image N.Saracino)

Foggia – UN Piano di Lavori pubblici da presentare entro 30 giorni per affrontare il problema strade in Capitanata e mettere in atto strategie di miglioramento della manutenzione. E’ quanto trapelato dal Consiglio Provinciale di Foggia, riunitosi quest’oggi e convocato da 8 consiglieri della minoranza, avente come punti all’ordine del giorno la surroga del consigliere provinciale Domenico Farina, nominato Assessore ai Lavori Pubblici e alla viabilità, con il primo dei non eletti della lista Pdl, Francesco Paolo La Torre, e la discussione sull’emergenza viabilità.

PROBLEMA STRADE, IL DIBATTITO – Dopo la presentazione ufficiale del nuovo consigliere provinciale, Paolo La Torre, che si è detto “emozionato ma motivato per il nuovo incarico che lo attende”, ha dato inizio al dibattito su quella che è diventata ormai una questione importante per la Capitanata: il problema delle strade. Presenti nell’aula consiliare alcuni sindaci dei Comuni del Sub-Appennino Dauno e del Gargano, che non hanno mancato di far sentire il proprio disappunto su parte della discussione.

PAROLA ALL’OPPOSIZIONE – PRENCIPE: “GIUNTA PEPE DA TEMPO ASSENTE” – “L’Amministrazione è stata inizialmente attenta sulla delicata questione della viabilità, ma in seguito abbiamo registrato una certa assenza, motivo per il quale abbiamo voluto porre all’attenzione del Consiglio provinciale un problema esposto dai sindaci dei territori di Capitanata, in particolar modo da quelli del Sub-Appennino Dauno”. E’ il commento di Antonio Prencipe, capogruppo del Pd, cui fa eco il consigliere del Partito democratico, Rino Pezzano, tra i firmatari della convocazione dell’odierna Assise: “Apprendiamo ancora oggi che la giunta Pepe si interessa al problema delle strade, dopo due anni dall’inizio della sua amministrazione di governo. Si sta tentando di ascoltare le esigenze esposte dal sindaci dei Comuni interessati dall’emergenza viabilità, ma voglio ricordare che lo scorso 2 settembre ci fu una riunione alla Provincia di Foggia dove gli stessi sindaci espressero malcontento per la politica portata avanti da questa amministrazione. Vogliamo capire cosa realmente la giunta Pepe vuol fare per risolvere questo annoso problema, che riguarda strade come la Sp 177, le Strada provinciale del Saline e la Sp 109 sul cui stato dei lavori vogliamo chiarezza, e chiediamo al Presidente Pepe di farsi portavoce in Parlamento affinchè solleciti il Ministro Fitto a sbloccare i finanziamenti per la Capitanata che sono bloccati allo stato attuale”.


CAMPO: “DALLE PAROLE SI PASSI AI FATTI” – “Finalmente la Giunta ha assunto l’emergenza viabilità tra le priorità amministrative. Il risultato va ascritto anche alle iniziative istituzionali e politiche dei sindaci del Preappennino Settentrionale e del Partito Democratico di Capitanata, le cui richieste e proposte hanno trovato una prima risposta negli impegni assunti direttamente dal presidente della Provincia”. Il segretario provinciale del PD, Paolo Campo, con il capogruppo a Palazzo Dogana, Antonio Prencipe, hanno commentano positivamente l’esito della riunione del Consiglio provinciale monotematico sulla viabilità provinciale, riunitosi questa mattina e concluso dalla dichiarazione di Antonio Pepe ad utilizzare prevalentemente nell’area dei Monti Dauni i 28 milioni di euro stanziati dalla Regione Puglia per contrastare il dissesto idrogeologico e realizzare la manutenzione straordinaria di alcune arterie provinciali.

Ora attendiamo che, entro la fine di ottobre, si passi dalle parole ai fatti, coinvolgendo i sindaci e il Consiglio stesso nella concertazione di una progettualità che renda più efficiente ed efficace la gestione della manutenzione ordinaria delle strade provinciali”.

RISPONDE LA MAGGIORANZA – La risposta della maggioranza non si fa attendere. “I problemi della Capitanata non possono essere addebitati tutti a questa maggioranza, che ha ereditato una amministrazione disastrosa condotta dal centro-sinistra. Cosa ha fatto il centro-sinistra per 50 anni? Abbiamo ereditato un Global service (strumento attuato dalla precedente giunta Stallone per mettere in atto interventi programmati e razionalizzati, tra cui quello sulle strade di Capitanata) incompiuto, sia perché non vi era la sufficiente finanziabilità, ma anche perché non c’era l’interesse a portare a conclusione quel progetto”, è il duro commento di Paolo Mongiello, capogruppo Pdl, che risponde poi a Pezzano sulla sollecitazione a Pepe in qualità di parlamentare: “Dire che il nostro Presidente della Provincia debba intervenire in Parlamento per sbloccare le casse in favore della Capitanata è una grossa bugia – afferma – la verità è che la nostra provincia è penalizzata dal disinteresse del governatore Vendola che è impegnato a girare per l’Italia a promuovere la propria candidatura a premier”.

FONDI INTRONA – Sul tavolo del dibattito viene posto anche l’argomento “Fondi Introna”, finanziamento messo a disposizione dalla Regione Puglia in favore della Capitanata, che ammonta a 27 milioni di euro, 21 dei quali sono stati già utilizzati: “I Fondi Introna non risolveranno completamente il problema, perché non c’è soltanto la questione delle strade a preoccupare, ma anche il problema dell’Aeroporto “Gino Lisa” di Foggia. Siamo in una situazione emergenziale, alcuni sindaci dei Comuni di Capitanata hanno anticipato di tasa propria dei soldi per far fronte alle emergenze, è venuto il momento che il Governo e la Regione Puglia diano alla Provincia di Foggia risposte concrete per risolvere il problema infrastrutturale”, conclude Mongiello.

IL PRESIDENTE PEPE: “GARANZIA DA AMATI” – “L’emergenza della nostra viabilità – ha affermato il presidente Pepe – si trascina purtroppo da decenni e per essere fronteggiata necessita di una programmazione ampia ed organica. Proprio ieri ho avuto un colloquio telefonico con l’assessore regionale alle Opere Pubbliche, Fabiano Amati, dal quale ho ricevuto ampie assicurazioni circa il fatto che la Giunta regionale disporrà rapidamente il trasferimento dei circa 6 milioni di euro rivenienti dalle economie dei cosiddetti ‘Fondi Introna’, che destineremo interamente agli interventi già programmati nel Subappennino Dauno, anche se le risorse saranno poi materialmente spendibili solo nel 2011”.

E’ stato invece l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Domenico Farina, ad illustrare la proposta programmatica cui l’Amministrazione sta lavorando . “Siamo infatti in presenza di una situazione complicata, aggravata dall’estensione della nostra rete stradale”. A questo proposito Farina ha ricordato come alla Provincia di Foggia sia affidata la manutenzione di 140 arterie, per un totale di 2800 chilometri di strade. “Molto è stato fatto fino ad oggi ed ogni centesimo speso nella manutenzione stradale è stato ben speso. Tuttavia abbiamo bisogno adesso di dotarci di un piano organico”.

DUE LE AZIONI PER I LAVORI – “La prima azione che intendiamo porre in essere – ha detto l’assessore Farina – sarà quella di dismettere tutte quelle arterie, circa 400 chilometri di strade, che attraversano i comuni, e che già oggi nella stragrande maggioranza dei casi sono di fatto manutenute dalle Amministrazioni comunali con fondi propri”. Per i restanti 2400 chilometri, invece, l’idea è quella di operare una suddivisione in 10 lotti da 240 chilometri ciascuno. Su ogni lotto saranno bandite due gare di evidenza pubblica: una per la manutenzione ordinaria del manto stradale, l’altra per quella delle banchine e del verde. Si tratta di dimensioni tali da consentire una attenta e puntuale manutenzione. Rispetto ai tempi e alla qualità dei lavori il controllo sarà comunque affidato ai cantonieri già in servizio presso l’Amministrazione provinciale; così come ogni tratto di strada sarà affidato ad un funzionario geometra dell’Ente, ovviamente sotto la supervisione dei dirigenti”. “La nostra – ha aggiunto Farina – è ovviamente un’idea aperta a contributi ed integrazioni ma che pensiamo possa assicurare una gestione integrata e puntuale che non è mai stata messa in atto in provincia di Foggia”. “Attendiamo- afferma l’assessore Farina – l’apposito provvedimento della Giunta Regionale certi della comprensione e della sensibilità al problema prospettato e continuando a mantenere un costante livello di attenzione nei confronti di una problematica che la Provincia di Foggia desidera risolvere in tempi brevi ed in maniera incisiva”.

FARINA SUL PATTO DI STABILITA: “BLOCCO PER LE CASSE DEGLI ENTI LOCALI” – Infine una considerazione sul Patto di Stabilità :“E’ uno strumento che in qualche caso blocca gli enti locali, e purtroppo è stato ripetutamente sforato dagli stessi per far fronte al deficit economico”, ha concluso Farina.

Strade Monti Dauni, ok Provincia al Piano dei lavori (28 mln). Campo: “speriamo” ultima modifica: 2010-09-17T16:39:36+00:00 da Nicola Saracino



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi