Eventi

Cinque pugliesi inseguono il sogno di Miss Italia

Di:

Foto Tour Pugliese Miss Italia (immagine d'archivio, Agenzia Musica e Parole)

Foto Tour Pugliese Miss Italia (immagine d'archivio, Agenzia Musica e Parole)

Bari – LA Puglia si stringe attorno alle sue cinque candidate che domenica e lunedì parteciperanno alle finali nazionali della 72esima edizione di Miss Italia in programma a Montecatini Terme e condotte, dopo nove anni d’assenza, da Fabrizio Frizzi. Una “due giorni” importante, che inizia domenica con sessanta candidate e termina lunedì con la metà delle partecipanti inizialmente in gara. Proprio per questo sarà fondamentale sostenere le miss pugliesi col televoto chiamando da fisso al numero 894.424 e comporre il numero della candidata preferita oppure inviando da cellulare un sms al numero 4784785 scrivendo il numero della concorrente da votare.

Sono cinque,dunque, le concorrenti pugliesi che si sfideranno per il titolo di bellezza più ambito d’Italia, per il quale concorrono in sessanta. In gara per la Puglia ci saranno: Sara Teodoro, miss Puglia n°17, 18enne di San Giorgio Jonico eletta prima a Gravina in Puglia e poi a Monopoli; Maria Falconieri, miss Cinema Puglia n°25, 19enne di Nardò eletta a Monopoli; Mayra Pietrocola, miss Miluna Puglia n°46, 21enne di Sannicandro di Bari, eletta a Palo del Colle; Maria Selena Filippo, miss Rocchetta Bellezza Puglia n°51, 19enne di Acquaviva delle Fonti eletta a Quasano; Fabrizia Santarelli, miss Curve d’Italia Elena Mirò Puglia n°56, 18enne di Bari eletta a Trani.

La Puglia, come lo scorso anno, è tra le regioni che ha saputo fornire in finale il numero più alto di partecipanti. A tal proposito entusiasta è l’agente regionale Mimmo Rollo, che ha da poco raggiunto Montecatini Terme: “Lo scorso anno siamo riusciti a portare in finale soltanto una concorrente, ora si spera di fare meglio perché siamo più competitivi. Sono fiducioso – spiega Rollo – perché il livello delle pugliesi è notevole e invito ogni comunità a stringersi attorno alle nostre cinque ragazze, che da ora hanno bisogno di tutto il nostro sostegno”. Il titolo nazionale di Miss Italia è stato vinto soltanto una volta da una pugliese, quando nel 1999 si è affermata la foggiana Manila Nazzaro.

Sara Teodoro è nata a Grottaglie il 3 maggio 1993, è alta un metro e 79 centimetri, ha capelli castani ed occhi color marrone. Studentessa al quinto anno dell’Istituto Tecnico Commerciale Pitagora di Taranto, la sua più grande aspirazione è quella di laurearsi in Diritto Internazionale. Ballerina di danza classica, Sara è figlia unica. Si definisce semplice ma determinata nelle cose in cui crede. Profondamente affascinata dal mondo della moda, sogna di sfilare con un abito dell’alta moda. Considera il concorso quel gioco che da l’opportunità di sognare, ma che può tramutarsi in un’occasione davvero importante: «Se diventassi Miss Italia sarebbe il regalo più bello per i miei 18 anni. Questa vittoria mi darebbe l’opportunità di vivere nuove esperienze e di mettermi in gioco», dice. Non ama particolarmente tatuaggi e piercing.

Maria Falconieri è nata a Nardò, dove vive, il 22 agosto 1992. Alta un metro e 73 centimetri, ha capelli castani ed occhi color verde. Diplomata al liceo scientifico, partecipa a Miss Italia grazie al fratello, che l’ha convinta a partecipare. «Essere qui a Miss Italia mi rende molto più sicura di me stessa, mi regala maggiore autostima e mi permette di sognare. Chissà se poi il sogno si avvererà!». E riguardo l’iniziativa Miss Curve d’Italia, Maria si dice d’accordo con la patron Patrizia Mirigliani: «Questa decisione è importante soprattutto dal punto di vista sociale. Credo che ora il concorso sia veramente perfetto».

Mayra Pietrocola è nata ad Acquaviva delle Fonti il 25 agosto 1989 ma vive a Sannicandro di Bari. Alta un metro e 72 centimetri, ha capelli castani e occhi color nocciola. Ha un fratello di 19 anni. Diplomata al liceo linguistico, è entrata da poco a far parte del CISOM (Corpo italiano Sacro Ordine di Malta). L’obiettivo principale è quello di portar a termine gli studi in lingue all’università e poter fare un lavoro che le permetta di viaggiar molto. Appassionata di fotografia, le piacerebbe un giorno poter organizzare delle esposizioni con alcuni dei suoi scatti preferiti. Miss Italia è per Mayra un concorso che segue sin da bambina. «Se sono qui è perché di certo l’ho voluto, è da quando son bambina che guardando le miss in tv, mi dicevo: “un giorno ci sarò anch’io lì”. Qui bisogna presentarsi con lo spirito giusto». La sua citazione preferita, di Friedrich Nietzsche, è: “Bisogna avere il caos dentro sé, per partorire una stella danzante.” L’introduzione delle forme morbide nel Concorso è stata un’iniziativa che Mayra ha appoggiato sin dall’inizio: «Penso che Patrizia Mirigliani debba continuare in questa direzione perché la bellezza è forma, è un’armonia di linee, proporzioni, salute fisica e mentale». Ha vissuto in Germania otto mesi subito dopo il diploma. «Ero andata in vacanza con mia madre ad Amburgo. Lei è tornata ed io sono rimasta. E’ stata una scelta emozionante e che rifarei senza ombra di dubbio e che consiglio vivamente a tutti».

Maria Selena Filippo è nata a Rovereto (Tn) il 15 giugno 1992 e risiede ad Acquaviva delle Fonti. Alta un metro e 75 centimetri, ha occhi verdi e capelli castano scuro. Diplomatasi al liceo scientifico, è iscritta alla facoltà di Architettura. Pratica danza. “Ho vissuto in Trentino per 14 anni e mi sono trasferita in Puglia dove sono venuta a contatto con una realtà completamente diversa, più aperta. Amo viaggiare e conoscere sempre nuova gente ed è anche per questo che ho voluto partecipare a Miss Italia, una nuova esperienza che mi può far maturare e crescere”.

Fabrizia Santarelli è nata a Bari il 29 gennaio 1993 e lì residente. Alta un metro e 82 centimetri, occhi marroni e capelli castani. Si è diplomata al liceo classico ed è iscritta alla facoltà di Giurisprudenza d’Impresa. «Abito in un paesino sul mare, a Santo Spirito, con genitori, il mio amato nonno materno di 87 anni, un fratello, una sorella e 5 gatti», racconta. Il suo motto? “La vita è adesso”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi