Foggia

BAT-FG, se non si accorpano le Province aumenta l’IVA

Di:

Il presidente della BAT Ventola (st)

NON vogliamo tornare a riferire dettagli tecnici che rendono ridicoli i tentativi di salvare la Provincia di Barletta-Andria-Trani (destinata all’accorpamento con Foggia, ndr) e di tutta la schiera di quanti si abbeverano alla fonte, quindi passiamo direttamente ad un’altra questione strettamente legata ai risparmi della spending review. Forse qualcuno dimentica e se dimentica per difetto di memoria deve farsi curare mentre se dimentica perché gli fa comodo dimenticare deve cambiare mestiere e non può rappresentare il Popolo, che gli accorpamenti delle province hanno alla loro base la finalità di evitare l’ulteriore aumento dell’Iva che, come i cittadini sanno bene, significherebbe ulteriore aumento dei beni, anche di prima necessità e un’altra stangata soprattutto sulle tasche dei meno facoltosi.

I Cittadini, quindi, sappiano che tutti i “vani” tentativi in essere, a cominciare da quello non previsto dalla legge di raccattare altri comuni (che forse non vogliono neanche entrare a far parte della Bat o di una nuova provincia visto che nessun sindaco ha ancora avviato le consultazioni popolari per valutare questa possibilità) fino ad altri stratagemmi studiati ad hoc e pagati ancora una volta con i soldi dei contribuenti come quello di ricorrere al Tar o addirittura di chiedere, invano, altro tempo con la scusante di attendere la decisione della Corte Costituzionale alla quale si fa ricorso quando ci sono da proteggere interessi politico-partitici mentre si dice soltanto di volervi fare ricorso ma poi non lo si fa, quando in ballo c’è la violazione dei diritti dl Popolo, come recentemente accaduto anche per la stessa Regione Puglia su altri argomenti.

Invitiamo anche l’Assessore regionale agli Enti Locali, Marida Dentamaro, alla quale presumiamo questi giorni stiano arrivando da destra e da sinistra, da sopra e da sotto enormi pressioni per mantenere in piedi il sistema tanto faticosamente costruito nel rispetto di quegli strani equilibri che portano tutti i politici prima a litigare ferocemente e poi a sedersi tutti attorno ad un tavolo (di ristorante, e che ristoranti!), a non farsi condizionare innanzitutto perché l’assessore sa molto bene che si tratta di inutili e strumentali tentativi di facciata che a nulla possono portare e poi si rischia seriamente di avallare proprio la strategia del rinvio che mira soltanto ad attendere le imminenti elezioni per riportare la questione nelle mani e sui banchi dei nuovi vecchi che si troveranno di nuovo ad assolvere al difficoltoso compito di riportare l’Italia nel baratro per poi richiamare gli amici professori a risolvere la situazione ai quali verrà dato sostegno per mettere la nuova tassa sulle prime case per poi rifare campagna elettorale dicendo che quella tassa sarà abolita.

Un mio caro amico tranese avrebbe detto: ma c’è sciat facenn.

(Vincenzo Santovito è presidente della Libera Associazione Civica di Andria)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • MOLDAUNIA 4 EVER!

    Questa è un’occasione da non perdere per lasciare la regione puglia e creare con il molise la famigerata Moldaunia!!!

    La provincia di Foggia DEVE tentare questa via se vuole uno sviluppo consistente del proprio territorio!!!

    Il presidente della BAT dice:
    Accorparsi a Foggia sarebbe un paradosso. Il nostro territorio e quello di Foggia hanno conformazione, storia e tradizioni completamente diversi.

    Ha perfettamente ragione! Noi siamo legati storicamente per tanti aspetti al molise!!!

    Poi continua dicendo:
    Aderire alla Città Metropolitana di Bari, invece, significherebbe, per un territorio che per anni ha lottato per la propria autonomia, tornare ad essere considerati periferia o cittadini di serie B”

    E noi della prov di Foggia che siamo allora? ciTtadini di serie C?
    Magari! non siamo nemmeno in serie D! Forse tra i dilettanti!!!

    Allora cosa aspettiamo???

    Se 10 anni fà eravamo una regione con il molise a questo punto tra le tante questioni aperte e ancora stagnanti, tipo l’aereoporto di Foggia, il porto di Manfredonia, collegamenti marittimi con le tremiti etc…etc…, erano già risolte ed in piena operatività!!!
    lA NOSTRA PROVINCIA è ARRETRATA DI ALMENO 30 ANNI!!! SONO SUFFICENTI??? VOGLIAMO PERDERE ALTRO TEMPO???

    NON MI SEMBRA PROPRIO IL CASO!!!

    POLITICI FOGGIANI SVEGLIATEVI!!!

    ALTRIMENTI IL FUTURO E’ NERISSIMO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi