Lavoro

Benzina, Codacons: consumi 8 mesi -9,3%, guadagna solo Fisco

Di:

C.Rienzi (Codacons)

Roma – NEI primi otto mesi del 2012 i consumi di benzina e gasolio per autotrazione sono scesi del 9,3%, eppure gli italiani hanno speso 3,373 miliardi in più rispetto ai 41,862 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso, il 17,4% in più. Per il Codacons è la dimostrazione che la tassazione del Governo sui carburanti è intollerabile ed iniqua. Gli italiani, infatti, hanno ridotto i consumi di quasi il 10%, una percentuale bulgara considerato che si tratta di un bene necessario. In pratica gli italiani hanno eliminato tutti gli spostamenti facoltativi e non fanno più nemmeno le gite fuori porta.

Nonostante ciò il Governo incrementa il suo guadagno. Ecco perché si può sterilizzare l’aumento dei prezzi dei carburanti quando si supera la soglia di 1,90 euro al litro per la benzina e 1,80 euro per il gasolio, senza che lo Stato ci rimetta in termini di gettito.
Anche per ottenere questo il Codacons invita i consumatori a scendere in piazza mercoledì prossimo, 19 settembre, partecipando alla Giornata nazionale di protesta contro il carovita, organizzata dalle associazioni dei consumatori italiane (Associazione Consumatori Utenti, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori, con la partecipazione di Coldiretti, Acli Terra e Comitas), alle ore 12 davanti a Monte Citorio a Roma.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi