Economia

Carburanti: Eni guida discesa prezzi (QE)

Di:

Distributore carburanti (fonte image, archivio :bmxz)

Roma (MF-DJ)- ATTESO da diversi giorni a fronte di quotazioni internazionali cedenti (sebbene in leggera ripresa nel fine settimana), arriva finalmente il segnale forte di ribasso dell’Eni al quale hanno fatto subito seguito alcune compagnie. Il market leader ha infatti messo mano ai propri prezzi raccomandati con 2,5 cent euro/litro in meno sulla benzina e 0,5 sul diesel (mentre sale di 1 cent il gpl).

Stavolta, tuttavia, Eni non e’ risultata sola: Q8 e’ scesa infatti di 1 centesimo su entrambi i prodotti come pure TotalErg. Dal monitoraggio di QE risulta che anche Esso e Shell hanno effettuato ritocchi in discesa, in specie sulla “verde”, tuttavia differenziati in funzione di politiche locali. Scendono di conseguenza i prezzi praticati sul territorio (con le “punte” adesso a 2,014 euro/litro sulla benzina, 1,853 sul diesel e 0,846 sul gpl) anche se in maniera morbida a causa della minima rotazione delle scorte. No-logo in flessione accentuata specie sulla benzina. Quanto alle “medie” nazionali queste registrano 1,934 euro/litro sulla benzina, 1,819 sul diesel e 0,816 sul gpl.

Piu’ nel dettaglio, a livello Paese, secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il Servizio Check-Up Prezzi QE, il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalita’ “servito”) va oggi dall’1,923 euro/litro di Esso all’1,934 di IP e Shell (no-logo in discesa a 1,816). Per il diesel si passa dall’1,810 euro/litro ancora di Esso all’1,819 di Shell (no-logo a 1,715). Il gpl e’ tra 0,798 euro/litro ancora una volta di Esso e 0,816 di TotalErg (no-logo a quota 0,794).

(END) Fonte: Dow Jones Newswires



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi