Eventi

Narrativa Di Lascia, sesta edizione a Nicoletta Vallorani

Di:

Premiazione Narrativa M.T.Di Lascia, Luzi, Ganeri, Malvatani, Rizzo, Castelli, Carotenuto (St)

Fiuminata (MC) – È Nicoletta Vallorani, con il romanzo Le madri cattive, edito da Salani, la vincitrice della sesta edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Maria Teresa Di Lascia”. La cerimonia di premiazione è andata in scena sabato 15 Settembre, presso la Villa Comunale di Fiuminata. Al secondo posto Laura Pugno, con Antartide, edito da minimum fax, in terza posizione Elena Mearini, con Undicesimo comandamento, edito da Perdisa. A Mearini è stato assegnato il Premio speciale Università di Camerino, consegnato dal rettore Flavio Corradini.

Lo spoglio delle schede pervenute dai membri della Giuria popolare è stato officiato dall’assessore alla Cultura del Comune di Fiuminata, Anna Grilli, e dal prof. Alfredo Luzi, ordinario di Letteratura Italiana Contemporanea presso l’Università degli Studi di Macerata e presidente della Giuria scientifica. La Giuria popolare è composta da 35 cittadini del Comune di Rocchetta Sant’Antonio (FG) e da altrettanti residenti nel Comune di Fiuminata (MC), i due paesi che segnano, rispettivamente, l’inizio e la fine della vicenda umana, politica e letteraria di Maria Teresa Di Lascia. Ad affiancare Luzi in seno alla Giuria scientifica, la prof.ssa Margherita Ganeri del Dipartimento di Filologia dell’Università della Calabria, e la prof.ssa Carla Carotenuto, ricercatore presso il Dipartimenti di Lingue e Letterature Moderne dell’Università degli Studi di Macerata.

Al termine dello spoglio delle 70 schede consegnate dalla Giuria popolare, il primo posto della sesta edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Maria Teresa Di Lascia” era occupato da Laura Pugno, con 29 voti, seguita da Nicoletta Vallorani con 27 preferenze, e da Elena Mearini con 14 voti. A portare in vetta alla classifica il romanzo Le madri cattive sono stati i 15 punti assegnati dalla Giuria scientifica. Dieci punti sono andati a Undicesimo comandamento, otto ad Antartide. Dalla somma dei voti espressi dalla Giuria scientifica e dalla Giuria popolare è dunque risultata la seguente classifica: Nicoletta Vallorani (42 punti), Laura Pugno (37 punti), Elena Mearini (24 punti).


Gli interventi e gli ospiti
. A impreziosire la cerimonia di premiazione, officiata dal sindaco di Fiuminata Vito Rizzo e dal sindaco di Rocchetta Sant’Antonio Ranieri Castelli, gli interventi della prof.ssa Ganeri e della giornalista Angelica Malvatani. Il primo, incentrato sull’analisi di Passaggio in ombra, opera di Maria Teresa Di Lascia che nel 1995, a un anno dalla prematura scomparsa della scrittrice, ha ottenuto il Premio Strega. Malvatani ha illustrato il percorso intrapreso per portare a termine la propria tesi di laurea, la prima in Italia sulla figura di Maria Teresa Di Lascia, intitolata Lo sguardo di una donna.

Ospiti della sesta edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Maria Teresa Di Lascia” anche Franco Di Lascia, fratello di Maria Teresa, e Sergio D’Elia, marito di Maria Teresa. D’Elia ha preso la parola al termine della cerimonia di premiazione, ringraziando le due Amministrazioni comunali per il prezioso lavoro avviato nel 2004, a dieci anni dalla scomparsa di Maria Teresa. D’Elia ha preannunciato nuove iniziative dedicate alla figura di Maria Teresa. In particolare, la ristampa del romanzo Passaggio in ombra, purtroppo pressoché irreperibile presso i canali di vendita, e la pubblicazione degli scritti e degli interventi politici di Maria Teresa.

Franco Di Lascia ha consegnato a Elena Mearini la targa per il terzo posto raggiunto nella sesta edizione del Premio Nazionale di Narrativa “Maria Teresa Di Lascia”. La seconda classificata, Laura Pugno, è stata premiata da Sergio D’Elia, mentre la vincitrice, Nicoletta Vallorani, ha ricevuto il primo premio dai sindaci di Fiuminata e di Rocchetta Sant’Antonio.

Il pubblico presente ha manifestato vivo apprezzamento per l’intera cerimonia, ospitata presso gli spazi della Villa Comunale di Fiuminata, in una sala ove è stata allestita anche una Mostra Fotografica dedicata a Maria Teresa Di Lascia. Brani tratti dai romanzi finalisti sono stati letti dall’attrice Claudia Trecciola. Prima dello spoglio delle schede, ad allietare gli ospiti e il pubblico è stato il cantautore Gianluca Conte, in arte “Mezzafemmina”. Speaker ufficiale della cerimonia, Giampaola Olivieri. Alla parte tecnica, Luciano Fermani.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi