Eventi

A Rocchetta Sant’ Antonio in scena Briciole di lettura

Di:

Un momento della serata (st)

Foggia – SI è tenuto lo scorso 14 settembre 2013, a partire dalle 19, a Rocchetta Sant’Antonio, piccolo paese del Sub-Appennino Dauno in provincia di Foggia, nella piazza a lei dedicata, in una tiepida giornata d’estate, alla presenza di autorità civili e politiche, la Cerimonia Finale della Settima Edizione del Premio Nazionale Narrativa “Mariateresa Di lascia “, giornalista e scrittrice venuta a mancare a Roma nel settembre del 1994.

Concorso dedicato a sole scrittrici, ha avuto come tema comune problemi non solo di carattere politico ma anche di carattere sociale, perfettamente in linea con la figura a cui è dedicato questo premio. Moderatore, ancora una volta della settima edizione, il giornalista del Tg Rai Puglia Sergio De Nicola.

L’ iniziativa è stata realizzata con il Patrocinio della Provincia di Foggia, della Regione Puglia, in collaborazione con l’Università degli studi di Foggia e i due comuni in cui, ad anni alterni, si svolge la cerimonia finale, Rocchetta Sant’Antonio (Foggia) e Fiuminata (Macerata).

Il tutto con il prezioso aiuto degli “infaticabili” ragazzi dell’ Associazione Culturale “Liberamente” che ogni anno cercano, se pur in “percorsi” irti di ostacoli, di mettere in campo manifestazioni culturali per crescere meglio insieme. Tra gli intervenuti, accanto ad esperti e docenti del settore, il Sindaco di Rocchetta, che ha sottolineato l’ importanza della lettura come strumento e momento di crescita personale e sociale, che aiuta se stessi a mettersi in gioco e in luce nei tortuosi percorsi del vivere quotidiano. Stesse idee evidenziate dal Sindaco di Fiuminata che ha ribadito come, soprattutto nell’ era del digitale e dei social network, la lettura resta sempre l’ unico strumento che rende il lettore protagonista del romanzo.

Amori, emozioni, passioni, amicizie da vivere tutte d’un fiato.
Romanzi da regalare e regalarsi, perché leggere, come hanno sottolineato più volte docenti ed esperti del settore accorsi per l’ occasione, è sempre un piacere e apre la mente a nuovi e inesplorati mondi.

La “tiepida” serata è stata riscaldata da momenti musicali e dai ricordi di amici e parenti sempre presenti attivamente affinché queste iniziative diventino “terreno fertile” di confronto e dialogo tra generazioni di lettori giovani e meno giovani. Questi, in modi diversi, hanno ricordato, interrotti da scroscianti applausi del pubblico presente, quella che è stata la figura di Mariateresa Di Lascia.

Impegnata nel sociale e in politica contro ogni tipo di violenza, protagonista di molte azioni in difesa dei diritti umani e ambientali, giornalista di Radio Radicale e deputata parlamentare, nel 1993 fonda e dirige col marito Sergio D’Elia, l’ associazione “ Nessuno Tocchi Caino” contro la pena di morte. Viene ricordata tutt’ oggi come vincitrice del “ Premio Strega “ nel 1995, con l’ opera letteraria “Passaggio in ombra“ – (Edito da Feltrinelli).

A giudicare le tre opere finaliste, una giuria scientifica presieduta dal prof. re Alfredo Luzi, docente di letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’ Università degli studi di Macerata e da una giuria popolare composta da 75 lettori selezionati tra i comuni di Rocchetta Sant’Antonio (Fg) e di Fiuminata (MC), città in cui è prevalentemente vissuta la scrittrice. Presenti anche la Prof.ssa Margherita Ganeri docente di Letteratura Italiana Contemporanea all’Università della Calabria e lo scrittore conterraneo Raffaele Nigro.

Un modo per evidenziare, qualora ce ne fosse ancora la necessità, l’ importanza che la lettura ha come mezzo di comunicazione nel quotidiano e strumento di “ veicolazione sociale “.

(A cura di Marco Bonnì – Redazione Stato)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi