Foggia

Foggia, nuova sede Polo bio-medico, attesa per Boldrini

Di:

Laura Boldrini neo presidente della Camera dei Deputati (statoquotidiano - letteradonne@)

Foggia – A pochi giorni dal taglio del nastro della nuova sede del Polo Bio-Medico dell’Università degli Studi di Foggia fervono i preparativi per la Cerimonia inaugurale che si terrà venerdì 20 settembre 2013 alla presenza della Presidente della Camera dei deputati on. Laura Boldrini.

L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Puglia, dal Comune e dalla Provincia di Foggia e sostenuta dalla Fondazione Apulia Felix e dall’Azienda Ospedaliera universitaria OO.RR. di Foggia vede altresì la collaborazione del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano impegnato, in questi giorni, nell’allestimento degli spazi verdi esterni al plesso con piante arboree ed arbustive provenienti dal proprio Vivaio Forestale di Borgo Celano.

“Venerdì inauguriamo una struttura bella, moderna e funzionale nata dal desiderio di dotare la Facoltà di Medicina e i Dipartimenti di Area Medica di una sede adeguata alle esigenze delle attività di ricerca scientifica e didattica. Ha dichiarato il Rettore Giuliano Volpe – Una struttura che diventerà presto un centro di eccellenza sul piano formativo e scientifico e che qualificherà in modo positivo non solo il nostro Ateneo, ma anche la città di Foggia, contribuendo a renderla sempre più una città universitaria, e il territorio di Capitanata. In queste settimane siamo stati impegnati nei lavori per il completamento della struttura che vedrà come prossima tappa il trasferimento dei laboratori, degli uffici amministrativi e l’allestimento delle aule.

Grazie al sostegno prezioso del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, che ringrazio anche a nome dell’intera comunità universitaria, siamo riusciti ad allestire gli spazi verdi esterni all’imponente edificio con un progetto interessante che vede la realizzazione di 5 aree tematiche che riassumono i contesti vegetativi più rappresentativi della provincia di Foggia. Un contributo che si aggiunge a quello della Fondazione Apulia Felix e, naturalmente, dell’Azienda Ospedaliera universitaria OO.RR. di Foggia che riveste un ruolo fondamentale nell’ottica di una reale integrazione tra ricerca, assistenza sanitaria e didattica. La realizzazione di questo progetto insieme a tanti altri compiuti in questi cinque anni di mandato rettorale, con il contributo di tutti, docenti, personale tecnico-amministrativo e studenti, rappresentano la testimonianza concreta che attraverso politiche di rigore, di qualità e con investimenti mirati è possibile crescere anche in un momento di crisi profonda come quello che stiamo vivendo ”.

“La promozione della cultura del verde e le collaborazioni istituzionali sono due elementi portanti della nostra attività che trovano una sintesi perfetta in questo intervento realizzato nel Nuovo Polo Bio-Medico dell’Università degli Studi di Foggia. – ha dichiarato il Presidente del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Giancarlo Frattarolo – il nostro auspicio è che la sensibilità ambientale trovi sempre maggior spazio nell’attività di tutti gli enti operanti sul territorio, così valorizzando nel modo migliore anche professionalità e competenze delle quali tutti possiamo e dobbiamo essere orgogliosi”.

La nuova sede del polo biomedico

La struttura costituisce il primo lotto di un progetto originario ancor più ampio e ambizioso, articolato in tre blocchi destinati rispettivamente alla ricerca, alla didattica e all’amministrazione. Concepita inizialmente solo per ospitare i laboratori, è stata successivamente adattata per prevedere anche alcune aule, in attesa della realizzazione di una specifica struttura didattica.

L’edificio, architettonicamente innovativo, articolato in tre blocchi collegati da ponti aerei ai piani primo e secondo, si sviluppa su di una superficie complessiva di circa m2 10.800 distribuita su cinque livelli (un piano seminterrato, un piano rialzato e tre piani fuori terra) e contiene, al momento, 47 laboratori (didattici, scientifici ed informatici), 68 studi ed uffici, 18 aule di diversa dimensione con una capienza complessiva di oltre 700 posti a sedere, locali accessori (depositi, locali frigo, locali tecnici, sala destinata a mensa, ecc.), uno stabulario e la biblioteca.

Progetto: Associazione Temporanea di Professionisti Studio Valle di Roma (Capogruppo), RPA Srl di Perugia e Arch. Alessandro D’Onofrio. R.U.P.: ing. Antonio Tritto. Direzione Lavori: arch. Cesare Valle – ing. Dino Bonadies; Impresa esecutrice: A.T.I. CHRISTIAN COLOR S.r.l. – GUASTAMACCHIA S.p.A.

Contratto stipulato in data 26/1/2010, n. 128 di rep., registrato in Foggia il 9/2/2010 al n. 40 serie I
Importo totale a base d’asta: € 18.677.861,30
Importo contrattuale dei lavori: € 11.389.919,46 (ribasso 41,63%)
Importo contrattuale a seguito di perizia di variante del 31/5/2012: € 13.040.253,61

Realizzato con fondi propri Unifg e con un contributo di € 2.493.327,00 del PONa3_00053 – PIAAS – Platform for Agrofood Science and Safety; Consegna dei lavori 5/3/2010 (cerimonia di posa della prima pietra); Termine dei lavori 31/7/2013

Il progetto Aree verdi

Il progetto realizzato dal Consorzio di bonifica montana nella sede del nuovo polo biomedico vede l’utilizzo di varie essenze saranno suddivise tra alberature, tutte di specie autoctone, aiuole con i colori e le fragranze tipiche del territorio, e cinque aree tematiche che riassumono i contesti vegetazionali più rappresentativi della provincia di Foggia: lecceta, macchia mediterranea, boschi fluviali, boschi planiziali del Tavoliere, paesaggio dei Tratturi. Alle oltre 3.000 piante che saranno complessivamente messe a dimora solo in questa prima fase dall’ente consortile montano, è stato inoltre associato un intervento di ingegneria naturalistica con la realizzazione di una prima palizzata in pali di castagno, rinverdita con ginestra, per la sistemazione di una scarpata in terra presente nell’area da rinverdire.

Il Consorzio di Bonifica Montana non è nuovo ad interventi tesi a favorire la diffusione delle aree verdi nell’ambito di iniziative a più ampio respiro: ricordiamo, al riguardo, che il Consorzio ha realizzato, nel corso della sua storia ultracinquantennale, oltre 4.000 ettari di boschi, di cui alcuni recenti in collaborazione con l’Ambasciata Britannica in Italia e la Protezione Civile Nazionale nell’ambito del progetto “Think Green”. Iniziativa richiamata tra le altre motivazioni per il conferimento nel 2010 al Consorzio di Bonifica Montana del Gargano del Premio Internazionale per il Clima e l’Ambiente “Un Bosco per Kyoto”.

Il programma della giornata

Alle ore 10.00 presso l’Aula Magna di Via Caggese, 1 si terrà un incontro sul tema: “Investire sull’Università, la ricerca e l’alta formazione per la crescita della Capitanata e del Mezzogiorno” . In apertura l’intervento del Preside della Facoltà di Medicina, prof. Matteo Di Biase, anche in rappresentanza dei due Dipartimenti di Scienze Mediche e Chirurgiche e di Medicina Clinica e Sperimentale, diretti rispettivamente dalla prof.ssa Maria Pia Foschino e dal prof. Lorenzo Lo Muzio; a seguire i saluti istituzionali del Commissario straordinario della Provincia di Foggia, dott. Fabio Costantini, del Sindaco di Foggia, ing. Gianni Mongelli e del Presidente della Regione Puglia, on. Nichi Vendola. Successivamente l’intervento del Magnifico Rettore, prof. Giuliano Volpe che relazionerà sull’importanza di investire nella formazione e nella conoscenza per garantire un futuro di sviluppo e crescita del nostro Paese e, in particolare, del Mezzogiorno. In chiusura l’intervento della Presidente della Camera dei deputati, on. Laura Boldrini.

Alle ore 11.30 previsto il trasferimento presso la nuova sede del Polo Bio-Medico sita in Via Napoli adiacente l’Azienda ospedaliera universitaria OO.RR. di Foggia per il tradizionale taglio del nastro, la benedizione della struttura impartita da S.E. Monsignor Francesco Pio Tamburrino, Vescovo dell’arcidiocesi di Foggia- Bovino, e con l’esposizione di un’epigrafe commemorativa.

La giornata terminerà con la consegna del sigillo dell’Università di Foggia alla Presidente della Camera dei deputati.

Per maggiori informazioni: www.unifg.it.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • Sono appena passato casualmente dinanzi alla sede dell’#università di #Foggia che oggi ospita #boldrinilaura, #presidente della #camera dei #deputati (ahimè).
    Il dispiegamento di #forze dell’ordine e di uomini e donne in divisa era spropositato e sproporzionato per la visita di un personaggio sul cui capo non pende alcuna condanna a morte del terrorismo o delle mafie.
    Un tale, costoso ed ingiustificato schieramento di #ordinepubblico denuncia solo il grado di #impopolarità e di #dissenso raggiunto dalle massime cariche ed aurotità istituzionali italiana, costrette a barricarsi dietro decine e decine di divise non per proteggersi dal crimine organizzato o dal terrorismo politico, ma per difendersi dall’antipatia che essi incutono nel #popolosovrano. Il disprezzo di cui godono le #istituzioni dello #stato italiano è tangibile ogni giorno di più.
    E non è cosa buona e giusta che chi giura di difendere il popolo, abbia timore, paura e terrore del popolo stesso. E non si coprende quale consenso abbia sostenuto l’elezione di tali istituzioni quando appare evidente il dissenso di cui esse godano fra i cittadini.
    Gustavo Gesualdo
    alias Il Cittadino X

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi