Cronaca

Piano paesaggistico, Negro: “Dall’Udc proposte concrete”

Di:

Salvatore Negro, UdC (fonte image: iltaccod'italia.it)

Bari “LA proposta del Gruppo regionale Udc di istituire presso i Comuni un ufficio informazione del Piano Paesaggistico territoriale regionale e quella di rilasciare un certificato di destinazione paesaggistica esplicativo dei vincoli previsti dallo stesso Piano, hanno incontrato il parere favorevole dell’assemblea riunita oggi a Lecce a cui hanno partecipato oltre all’assessore regionale Angela Barbanente anche numerosi sindaci, amministratori, dirigenti di ufficio e tecnici”. Lo dichiara con soddisfazione il presidente del Gruppo Udc, Salvatore Negro, che si sta impegnando “affinché si possa giungere alla approvazione di un Piano Paesaggistico Territoriale Regionale che sia maggiormente compreso e condiviso dai cittadini e dalle amministrazioni comunali e quindi rappresenti realmente uno strumento di promozione e tutela del nostro paesaggio e territorio”.

“Occorre recuperare la fase della partecipazione, sia dei cittadini che degli Enti locali – ha sottolineato il capogruppo Udc – le nostre proposte mirano ad una conoscenza puntuale del piano e, con le osservazioni, ad una effettiva partecipazione del cittadino. Ciò può essere realizzato attraverso un obbligo per i Comuni di istituire un ufficio informazione del piano ed il rilascio del certificato di destinazione paesaggistica esplicativo dei vincoli del PPTR adottato”.

“Consensi ed apprezzamento sono stati espressi anche a favore della proposta di istituire uno sportello unico delle autorizzazioni paesaggistiche ambientali in grado di rispondere in tempi certi alle istanze che vengono sia dal privato che dal pubblico. Ciò per evitare tutti gli ostacoli a cui vengono sottoposti cittadini e amministratori che vogliono ottenere un permesso amministrativo”.

“Infine, l’assessore Barbanente, ha espresso consenso e assicurato sostegno alla proposta del Gruppo Udc di prevedere un contributo, non inferiore a un milione di euro, a sostegno dei Comuni che dovranno adeguare i propri strumenti generali alle direttive del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale”. “Si tratta – ha concluso il presidente Negro – di una serie di proposte concrete che mirano a rendere maggiormente partecipi sia i Comuni che i cittadini nell’approvazione e nell’attuazione del Piano Paesaggistico territoriale regionale, affinché le sue previsioni non restino solo sulla carta”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi