Cronaca

Apricena, sindaco incontra Comitato disoccupati

Di:

Antonio Potenza, già consigliere Pdl, neo sindaco di Apricena (STATO-sportnet)

Apricena – CONSULTA sul lavoro, sostegno alle imprese, sussidiarietà e solidarietà. Sono questi i temi che il Sindaco Antonio Potenza ha voluto trattare incontrando i rappresentanti del “Libero Comitato dei disoccupati di Apricena”, che nella giornata di ieri avevano chiesto di parlare con l’Amministrazione. “So che non vi sentite rappresentati da chi in questi giorni ha voluto usare il tema del lavoro per fare propaganda – ha detto loro il Primo Cittadino – ma sappiate che quest’Amministrazione sarà giornalmente al vostro fianco per tutelarvi e garantire pari dignità a tutti i disoccupati di Apricena”.

“Sapete che stiamo vivendo un a fase critica, difficile – ha proseguito il Sindaco – e non bisogna illudere nessuno. La tematica occupazionale è estremamente seria e non è giusto cavalcare l’onda emozionale facendosi scudo dietro di voi”. “Come Amministrazione ci stiamo attivando presso le imprese e a breve ripartiremo con la Consulta sul lavoro che è prioritaria nella nostra agenda di governo”. “Inoltre vorrei che una vostra delegazione partecipi all’incontro che avremo in Comune con i Sindacati”.
“Ai Sindacati farò presente, specie alla Cgil che ha partecipato a una campagna demagogica insieme al Pd, che vogliamo agire con serietà perché non bisogna sfruttare la dignità delle persone in difficoltà”. “In questo momento devono valere i principi di sussidiarietà e solidarietà”, ha ribadito Potenza, “e chiediamo a tutti, specie a chi vive situazioni meno complicate di voi con più entrate familiari, di stringerci, per permettere anche a chi oggi è in difficoltà di entrare nel mondo del lavoro”. “Mi farò vostro portavoce all’incontro con i Sindacati e vi anticipo che anche con le imprese agiremo effettuando controlli serrati. Perché questo paese ha bisogno di rientrare nell’ottica del rispetto delle regole”.

“Andremo dai titolari di quelle imprese – ha annunciato Potenza – in cui i dipendenti lavorano 12 ore al giorno e diremo loro di rispettare le leggi. Le giornate lavorative devono essere di otto ore. Le restanti 4 le possono svolgere persone che, come voi, sono fuori dal mondo del lavoro”.

“Come Giunta abbiamo programmato, lo si evince dalle delibere, tante operazioni orientate al rilancio dell’economia locale. Ma, come sapete, le istituzioni pubbliche come il Comune seguono iter che a volte possono essere lunghi. Quindi vi chiediamo di avere pazienza. Intanto posso anticiparvi che grazie all’istituzione dei voucher entro una settimana partiranno i primi lavori che consentiranno a chi sarà individuato dai Servizi Sociali di avere un impiego”. “E’ giusto sottolineare che non si tratta di lavori a tempo indeterminato con stipendi di 1.500 euro mensili – ha specificato il Sindaco – ma sono prime manovre che intanto permetteranno a molti di respirare”.

“Bisogna essere uniti, perché sentimenti quali l’invidia, l’odio, la gelosia, non ci devono appartenere. In momenti difficili e duri per il nostro territorio deve essere volontà di tutti ragionare in termini di fratellanza, unione e amore verso i propri Concittadini”.
“Voi – ha detto rivolgendosi agli esponenti del Comitato – avrete sempre il nostro pieno appoggio. Sappiamo che siete qui a chiedere che qualcuno vi garantisca senza fare strumentalizzazioni. State sicuri che potrete sempre contare su questa Amministrazione”


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi