FoggiaSport
I rossoneri cedono per 4-1 ai padroni di casa della Juve Stabia

Poker stabiese, crollo Foggia al Menti

Il Foggia esce dal “Menti” con quattro gol sul groppone

Di:

Foggia. Quattro scoppole, crolla il Foggia. Al “Menti” di Castellammare di Stabia, i rossoneri cedono per 4-1 ai padroni di casa della Juve Stabia, rimediando il primo K.O. in campionato; inutile, tra le fila ospiti, la rete di Mazzeo su calcio di rigore.

Modulo a specchio per i due tecnici, 4-3-3 con Sandomenico e Marotta a sostenere Ripa per mister Fontana, mentre Stroppa schiera a sorpresa Loiacono, Quinto e Padovan nell’undici iniziale. Pronti, via ed i Calabroni passano: fuga sulla destra di Marotta, un difensore allontana il traversone basso ma arriva di gran carriera Liviero che con il mancino riesce a superare Sanchez, evitando l’intervento di due uomini che si trovavano a protezione della porta. Al 7’ Juve Stabia vicinissima al raddoppio, il cross di Sandomenico prende uno strano effetto e per poco non beffa Sanchez, impattando l’incrocio dei pali. I padroni di casa si guadagnano il doppio vantaggio al 20’: punizione dalla trequarti sinistra, Liviero pesca con un bel cross Ripa che, lasciato colpevolmente solo dalla difesa rossonera, è libero di battere Sanchez con un bel colpo di testa. Minuto 26, gran conclusione dalla distanza di Capodaglio, la sfera termina alta di poco. I rossoneri soffrono e rischiano il tracollo al 37’, allorquando Ripa impatta bene con la testa su un cross dalla destra, impegnando severamente Sanchez, che è costretto a rifugiarsi in corner. Non succede altro, si va all’intervallo sul 2-0 per i campani.

La ripresa si apre a ritmi pazzeschi, al 47’ Atanasov stende Padovan in area e concede rigore agli ospiti; dal dischetto va Mazzeo, che spiazza Russo ed accorcia le distanze. Non finiscono qui, però, i tormenti del Foggia, che al 52’ resta in inferiorità numerica, con Empereur che commette un fallo obiettivamente inutile ai danni di Ripa, rimediando il secondo giallo e dunque il rosso che lascia i rossoneri in dieci. La Juve Stabia approfitta subito dell’uomo in più, trovando il tris al 61’: traversone di Marotta, Ripa tenta invano l’acrobazia, ma la sfera resta lì ed il primo ad avventarsi è Sandomenico, che in girata batte Sanchez; grandi proteste dei rossoneri in occasione della marcatura per un fallo di Ripa ai danni di Angelo, non ravvisato dalla terna. Al 67’ i Calabroni vanno vicini al poker, ma sul mancino a giro di Marotta interviene Loiacono, che di testa anticipa Sanchez e manda in corner. I Satanelli si rivedono soltanto al 74’, quando Chiricò va via a due uomini, si accentra e calcia, trovando il non impeccabile intervento di Russo, che mette in angolo. Minuto 77, ancora grande pericolo in area rossonera, Sanchez salva tutto respingendo una conclusione ravvicinata di Mastalli. Ci si avvia stancamente al triplice fischio, ma c’è tempo per il quarto gol gialloblu, che arriva al 93’, con Marotta che si libera sulla destra e pesca in area piccola Montalto, il quale non deve far altro che spingere la sfera in rete. Il fischio finale arriva qualche istante più tardi, il Foggia esce dal “Menti” con quattro gol sul groppone, rimediando la prima sconfitta in campionato e perde la vetta, conquistata in solitaria dal Lecce, vincente per 3-0 ai danni della Virtus Francavilla.

TABELLINO
JUVE STABIA: (4-3-3) Russo; Cancellotti, Atanasov, Morero, Liviero; Mastalli, Izzillo (dal 79’ Kanoute), Capodaglio, Sandomenico (dal 69’ Lisi), Marotta, Ripa (dal 74’ Montalto). A disp.: Bacci, Amenta, Del Sante, Camigliano, Liotti, Salvi, Petricciuolo, Esposito, Rosafio. All.: Fontana.
FOGGIA: (4-3-3) Sanchez; Angelo, Loiacono, Empereur, Rubin; Quinto (dal 78’ Gerbo), Agnelli, Riverola (dal 53’ Martinelli); Letizia (dal 63’ Chiricò), Mazzeo, Padovan. A disp.: Tucci, Sainz-Maza, Agazzi, Sicurella, Dinielli, Coletti. All.: Stroppa.
Arbitro: sig. Paolini di Ascoli Piceno.
MARCATORI: 2’ Liviero (J), 20’ Ripa (J), 47’ Mazzeo rig. (F), 61’ Sandomenico (J), 93’ Montalto (J).
AMMONITI: Agnelli, Riverola (F). – ANGOLI: 7-4 per la Juve Stabia. – RECUPERI: 0’ p.t.; 3’ s.t..
NOTE: Espulso al 52’ Empereur (F) per doppia ammonizione.

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 17.10.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati