FoggiaPolitica
Recente sentenza della Corte dei Conti

“Piani Operativi Integrati”, Corte Conti conferma condanna per Belgioioso e Biscotti

"Illegittima corresponsione dell’incentivo previsto dall’art. 92, co. 6, del D.L.vo n. 163/2006 in favore di dipendenti dell’Ente per la realizzazione di Piani Operativi Integrati"


Di:

Bari. ”(..) perché, se vero è che il Belgioioso ha emanato la determina n. 198 del 28 gennaio 2016 di recupero delle somme corrisposte agli uffici finanziari, altrettanto vero è che dei 7.027,00 euro dichiarati come non dovuti, soltanto una minima parte – nella misura di €. 110,00 per la precisione – risultano materialmente introitati dalla struttura creditrice (come da reversale n. 1300 del 23 maggio 2016 (…)”.

Con recente sentenza, i magistrati della Corte dei Conti – Sezione Prima giurisdizionale centrale d’appello, presidente dott. Enzo Rotolo-, definitivamente pronunciando, e riunendo in rito gli appelli, hanno confermato “(….) l’impugnata sentenza di primo grado, ponendo a carico di Potito Belgioso la somma di €. 25.000,00” e di “Stefano Biscotti la somma di €.60.000,00 (..), così rigettando i rispettivi ricorsi in appello contro la sentenza n. 253/2016 depositata il 14 luglio 2016 della Sezione Giurisdizionale della Corte dei conti per la Regione Puglia.

Con la citata sentenza n. 253/2016 del 14 luglio 2016, la Sezione giurisdizionale Puglia aveva “condannato i due Dirigenti Potito Belgioioso e Stefano Biscotti , rispettivamente, al pagamento di €. 25.000,00 e 60.000,00 in favore dell’amministrazione provinciale di Foggia per il danno a questa cagionato a causa dell’illegittima corresponsione dell’incentivo previsto dall’art. 92, co. 6, del D.L.vo n. 163/2006 in favore di dipendenti dell’Ente per la realizzazione di Piani Operativi Integrati”.

“Più precisamente, dopo l’approvazione dello Schema di Piano Territoriale di Coordinamento veniva stabilito di realizzare tre Piani Operativi Integrati ritenuti necessari per porre in essere le azioni strategiche individuate dal suddetto schema”.

”I progetti erano:

a) Riqualificazione spazi rurali periurbani e borgate della città di Foggia per una spesa complessiva di €. 130.000,00 (Determinazione dirigenziale n. 3984/31 del 29 dicembre 2998);

b) Recupero e valorizzazione del Tratturo Pescasseroli-Candela nel territorio della Provincia di Foggia per una spesa complessiva di €. 129.889,00 (Determinazione dirigenziale n. 3985/31 del 29 dicembre 2008);

c) Progetto integrato Energia per una spesa complessiva di €. 150.000,00 (Determinazione dirigenziale n. 3986/31 del 29 dicembre 2008)

Si dava atto che si sarebbe proceduto alla costituzione di un gruppo di lavoro interdisciplinare composto da figure professionali interne, ove esistenti, e da professionisti esterni individuati da un elenco di esperti.

In più, si chiariva che il PIO di riferimento dovesse considerarsi “atto di pianificazione” ai sensi del Regolamento interno “per la determinazione e ripartizione del fondo di incentivazione alla progettazione previsto dall’art. 92 del D.L.vo n. 163/2006”.

Con Determinazione Dirigenziale il BELGIOIOSO fissava:

– in €. 39.000,00 la quota spettante al personale interno per il piano di riqualificazione degli spazi rurali periurbani, per un importo pari al 30% dei 130.000,00 euro previsti per i professionisti esterni,

· in €. 39.000,00 la quota spettante al personale interno del piano per il recupero e la valorizzazione del tratturo di Pescasseroli-Candela, pari al 30% dei 130.000,00 euro previsti per i professionisti esterni,

· in €. 45.000,00 la quota spettante al personale interno per l’elaborazione del Piano Operativo Energia,

· liquidava a titolo di acconto al personale dell’ente (tra cui anche il dirigente del settore, i soggetti individuati quali responsabili del procedimento ed anche al personale del settore finanziario per €. 1.000,00) il compenso rispettivamente riconosciuto in €. 35.870,50, per tutte le attività svolte.

La Giunta provvedeva ad approvare gli schemi progettuali suddetti e, all’esito della realizzazione dei progetti assegnati ai gruppi di lavoro, l’amministrazione provinciale provvedeva a corrispondere i pagamenti.

Il complessivo esborso di €. 112.712,94 a favore del personale interno dell’ente, è stato ritenuto dalla Procura regionale danno erariale in quanto la corresponsione del 30% della tariffa professionale era, sì, previsto dalla normativa, ma soltanto in favore del personale interno che effettivamente aveva concorso alla redazione del Piano e non a coloro che avevano svolto, come nel caso di specie, mera attività di supporto e collaborazione.

Ancor di più illecita è stata ritenuta l’erogazione di somme al dirigente del settore responsabile del procedimento ed al personale del settore finanziario, non potendosi affermare che il compenso possa riconoscersi a persone estranee alla materiale redazione dell’atto.

La sentenza ha ritenuto fondata tale richiesta nei limiti esplicitati con richiamo specifico alla pronuncia della Sezione Autonomie n. 7/2014 (che ha avuto modo di occuparsi ampiamente della portata della norma di riferimento), con ciò rilevando che la giurisprudenza contabile è assestata nel senso di escludere che l’incentivo in questione non possa erogarsi indistintamente a qualsiasi pianificazione territoriale, dovendosi, invece, individuare la stretta connessione con la realizzazione di un opera pubblica (quali quelli in oggetto non sarebbero)”.

fonte link https://servizi.corteconti.it/bds/doVisualizzaDettagliAction.do?sptomock=&espanso=1&pagina=1&id=33235521&cods=31&mod=dettaglio

allegato
sentenzabiscottibelgioso

Redazione StatoQuotidiano.it-Riproduzioneriservata

“Piani Operativi Integrati”, Corte Conti conferma condanna per Belgioioso e Biscotti ultima modifica: 2017-10-17T17:51:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi