Cronaca

Omicidio Costanzo, cugina vittima a giudici,cos’è crudeltà?

Di:

Anna Costanza, già truccatrice al Petruzzelli di Bari (Ph: dazebao)

(ANSA) – BARI, 17 NOV – Una lettera aperta in cui critica i giudici della prima sezione della Corte di assise di Bari che hanno escluso l’aggravante della crudeltà e ridotto a 16 anni e sei mesi la reclusione per il responsabile dell’omicidio della cugina, Anna Costanzo, è stata scritta da Annamaria Minunno. Il reo confesso dell’omicidio è Alessandro Angelillo, l’ex fidanzato e assassino di Anna che fu uccisa la notte tra il 10 e l’11 luglio 2009. Nel processo i due fratelli della vittima sono parte civile.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi