Musica

Ritorna 300 al Demodè

Di:

Nico P (st)

FARE cultura nel mondo del clubbing è l’ambizione del progetto 300, che ripropone in quattro appuntamenti un viaggio a ritroso a partire dagli anni sessanta, fino ad arrivare ai novanta, non solo attraverso la musica, ma anche con costumi, installazioni fotografiche, proiezioni video e performance.

La location di queste one night sarà, anche per la seconda edizione, il Demodè di Modugno (Ba), che sarà completamente trasformato da architetti e da professionisti del designer. Per il primo appuntamento, in programma venerdì 23 novembre, dove saranno ricordati i mitici anni 60, ad occuparsi dell’allestimento sarà il Mark Donen Studio, un’associazione culturale, fondata da Ken Clarke e Mark Donen, che si occupa di organizzazione di eventi, mostre e sfilate. Seguendo la loro passione comune, i due ragazzi, hanno realizzato un’importante collezione di abiti vintage, considerata una delle più grandi al mondo.

Come per l’edizione precedente, ogni serata sarà aperta dall’esibizione live di una tribute band, per immergersi fin da subito nel clima del decennio. I primi a solcare il palco della rassegna saranno i Pipers, gruppo che prende il nome dallo storico club di Roma “Piper”, pista di lancio per nuovi talenti nell’Italia dinamica dei secondi anni ‘60. I Paipers non sono una semplice cover band ma uno spettacolo vero e proprio che catapulta lo spettatore nella magica atmosfera dei sixties: musica, abbigliamento, slang, tutto è proprio di quegli anni, quindi perfetti per questa one-night 300. Questa band costituita da cinque elementi, elabora i pezzi di quegli anni, come le celebri canzoni di Patty Pravo, Rita Pavone e dei Beatles, in chiave swing, per un repertorio della durata di un’ora e mezza.

A seguire si continuerà l’esperienza negli anni 60, attraverso le selezioni musicali di Fabio Cutrignelli, che proporrà brani in chiave house, con campioni presi dai brani di quell’epoca.Saranno selezionati i vari pezzi remixati dei Beatles, la rivisitazione del brano “La bambola” di Patty Pravo ad opera del dj Tuccillo, e tanti altri successi simili. Nel dj set non mancheranno sonorità deep, con qualche esplorazione elettronica. Ad accompagnare l’esibizione del dj, in questa esperienza sensoriale negli anni sessanta, ci saranno i vocalist Nico P e Riky.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi