Manfredonia
A cura del regista, sceneggiatore e produttore milanese, figlio d’arte (il papà era Dino)

Attore di Manfredonia nel film ‘Tre tocchi’ di Marco Risi

Riccardi: "E’ estremamente piacevole constatare come la nostra città sappia sfornare talenti, nei settori e negli ambiti professionali più disparati"

Di:

Manfredonia – ANCHE l’attore originario di Manfredonia Vincenzo De Michele nel nuovo film di Marco Risi “Tre tocchi”. Come riporta una nota stampa del Comune , il regista, sceneggiatore e produttore milanese, figlio d’arte (il papà era Dino), da sempre impegnato nel cinema sociale, porta nelle sale le storie vere di sei attori che raccontano episodi veri o solo ispirati alla loro vita reale o professionale. “Le loro gioie e le delusioni, i successi ed i fallimenti. Sei vite profondamente diverse, accomunate da due grandi passioni: il calcio e il lavoro”.

In questi giorni al Cine Teatro San Michele è in proiezione proprio il film di Risi. “Fare l’attore non è un mestiere così facile come potrebbe apparire a prima vista. Ci si può ritrovare ad essere frustrati, in attesa di una telefonata che potrebbe arrivare e di un provino da superare. Questo è un po’ ciò che viene in mente guardando ‘Tre tocchi’ e forse è anche l’esperienza diretta che ha vissuto Vincenzo”, dice il sindaco Angelo Riccardi.

Vincenzo, nella pellicola, è una persona silenziosa e cupa. Passa le giornate ad accudire il padre in ospedale. Si mantiene cantando in un ristorante, nonostante il talento e la bellezza. E vive una rabbia così forte e una frustrazione tale che lo portano a sfogarsi nel sesso e nella violenza fisica. “Vincenzo ha saputo sin qui compiere sacrifici per coltivare il proprio talento e questo conferisce maggior valore ai riconoscimenti e ai risultati positivi che sta cogliendo e saprà ancora raggiungere. E’ estremamente piacevole constatare come la nostra città sappia sfornare talenti, nei settori e negli ambiti professionali più disparati. Un ottimo auspicio per il futuro di questa terra”. “Spero che De Michele – conclude il sindaco – continui ad amare Manfredonia, portandola orgogliosamente con sé come sta facendo, e gli porgo l’augurio, condiviso con tutta la città, che continui a perseguire con costanza e passione immutate il sogno di diventare, in un futuro sempre più vicino – conclude il sindaco -, un attore affermato e di successo”.

Lo riporta una nota stampa del Comune di Manfredonia.

Redazione Stato

Attore di Manfredonia nel film ‘Tre tocchi’ di Marco Risi ultima modifica: 2014-11-17T10:58:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Mamma mia come la state facendo lunga...

    Ci sono fior fiori di Manfredoniani nel mondo che si fanno valere nei settori più diversi e di cui nessuno si occupa, specie il Comune di Manfredonia… Adesso solo perchè Vincenzo (fratello di Antonio De Michele) …tutti ad elogiarlo, Comune compreso. Ma poi per cosa? Per una particina di attore in un film?! E me?!?! A noi ci cambia la vita?!?! Cosa è migliorato per Manfredonia?!?! Allora della brillante e – secondo me – molto ma molto più brava di Vincenzo, l’attrice manfredoniana Claudia Potenza, cosa dovremmo dire e fare?!?! Basta pensare solo al successo che ha avuto con la serie tv “Gomorra”, di cui in tanti in Italia stanno aspettando il seguito. Spero solo che tutta questa pubblicità non serva a farci pagare eventuali altre e future partecipazioni di Vincenzo De Michele ai festival estivi manfredoniani più di quello che è costato fin’ora. Io farei tranquillamente a meno delle sue esibizioni “artistiche”, come ne ho fatto fin’ora. Non mi piace, nè come recita nè come canta.


  • Ecco perchè voterò Prencipe e non Riccardi

    Voterò Prencipe e non Riccardi perchè sono sicuro che con Gaetano Prencipe sindaco, l’ufficio stampa del Comune di Manfredonia sarà più incline a pubblicizzare le azioni (che contano davvero e non da teatrino!) di cui si rendono protagonisti giovani manfredoniani nel mondo (come in casi come questo http://www.statoquotidiano.it/20/10/2014/ricercatrice-manfredonia-i-tumori-crescono-in-fretta-notte/260367/ ), che non quelle come questa che ho appena letto sul sito della nostra Città. Il nostro problema è che si bada troppo all’apparenza e meno alla sostanza. Ma che ci possiamo fare: l’ufficio stampa del nostro Comune rispecchia perfettamente l’anima della nostra amministrazione, ma solo ancora per poco. Forse anche qualcun altro potrà presto dedicarsi alla recitazione, visto e considerato che ha trasformato tutto in un grande teatrino, Manfredonia compresa!


  • Dandy

    Purtroppo il mestiere dell’attore è il lavoro precario per eccellenza, specie se non ti pieghi a certe logiche…. e Vincenzo è uno che a quanto ne so non si piega… e fa bene: dignità prima di tutto. Per il resto, che dire: un grande in bocca al lupo al nostro compaesano…


  • E di Flavia Marchese ne vogliamo parlare?!?!

    Come tutti gli anni la Sala dei 500 del Lingotto ha premiato i figli più meritevoli dei dipendenti FIAT e CNH Industrial. Alla cerimonia hanno partecipato John Elkann, Sergio Marchionne e Massimo Gramellini, Vice direttore de La Stampa.
    Sono stati premiati mille studenti, coinvolti quindici Paesi, sono stati investiti più di un milione e mezzo di euro.
    Flavia Marchese, 26 anni di Manfredonia, ha ottenuto l’ambito premio ottenendo una consistente borsa di studio, è figlia di un operaio che lavora nello stabilimento FIAT, laureata con 110 Lode presso la Facoltà di Foggia in Medicina e Chirurgia, sta facendo tirocinio in una struttura pubblica e desidera specializzarsi in medicina interna. “Lo studio è per me una passione – racconta Flavia – e l’Università mi ha permesso di coltivarla e migliorarmi, raggiungendo così il primo dei miei traguardi”.

    PECCATO PER FLAVIA,…Comunque, a nome di tutti i Cittadini di Manfredonia, glieli faccio io i complimenti a Flavia. Brava. Continua così studia e facci onore. Farò in modo che il nuovo sindaco Gaetano Prencipe (che ha studiato e si è preso una laurea con il sudore della sua fronte!…) possa ricordarsi di te e, magari, qualche soldo, l’amministrazione comunale, lo spenda per poter aver ospite te, a Manfredonia, …


  • Anna

    Ma a sto paese non va mai bene niente?mamm mamm quanda tirapid !!!! E che cazzzzzz . Piove ? È colpa del sindaco ….. Vergonatevi ….. Gaetano prencipe? Pover a nuje


  • io sono Manfredoniano

    Io invece ricordo il povero Salvatore che qualche giorno fa si e tolto la vita,e non tutte queste meritevoli Attori e Dottori originari o figli di.


  • Aldo

    Conosco Vincenzo, con la politica non c’entra niente, inutile tirare in ballo parentele. Ha fatto una gavetta a sangue e sudore prima di arrivare a questa “piccola particina” come l’ha definita il solito rosicone di turno buono solo a criticare senza conoscere i fatti. Questo film è un premio per la costanza che ha avuto in tantissimi anni di sacrifici durante i quali non è stato aiutato da nessuno ma ha ricevuto solo promesse e porte in faccia. Bravo Vincenzo, questa città è diventata la culla dell’invidia e della perfidia, non ti merita. Continua per la tua strada!


  • pasquale

    io dico solo una cosa,ma in base a che criterio tutti siamo pronti a giudicare,ma se non siete del settore e non ne sapete un H.Cosa parlate a fare,non sarebbe meglio che ve ne andiate in pensione.conosco bene Vincenzo e siamo ex colleghi e vi garantisco che qualcuno che ha fatto commenti negativi li puo fare solo in forma contraria(e cioè super positiva).chiudo dicendo imparate il sacrificio e poi provate a parlare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi