Manfredonia

Spello, Oleide: vince la BCC di San Giovanni Rotondo

Di:

LA Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo vince l’ “Oleide”, manifestazione organizzata dalla BCC di Spello e Bettona in collaborazione con il Comune di Spello, ICCREA Holding e Federlus dal 14 al 16 del c.m. con la finalità di creare un’ occasione di incontro e di confronto tra le BCC italiane sui temi dell’ economia agroalimentare e della tradizione gastronomica e culinaria. Una sfida per far conoscere le eccellenze dei vari territori, fare rete delle piccole realtà locali per poter competere così più adeguatamente con le grandi imprese globali. Il fil rouge (o meglio il fil vert in questo caso) è stato quello dell’olio extravergine di oliva e della sua valorizzazione nella cucina del territorio.

L’olio di oliva ha una storia antica di millenni, l’Italia è il secondo paese al mondo per produzione e l’ulivo è coltivato nel territorio nazionale su ca. 2 milioni di ettari. E dall’Umbria, una delle regioni italiane a più alta vocazione olivicola, è nata l’ idea di celebrarne il valore in forma quasi epica, allestendo una vera e propria disfida che ha coinvolto le BCC rappresentanti alcuni dei territori italiani che si distinguono per la coltivazione e la produzione di olio extravergine di oliva: Umbria, Toscana, Campania e Puglia.

A vincere la seconda edizione della competizione è stata la BCC di San Giovanni Rotondo che con il pancotto garganico del contadino nelle eliminatorie ed in finale con le tradizionali orecchiette con le cime di rapa, piatti preparati dalla bravissima chef-bancaria Maria Mischitelli con la collaborazione della ViceDirettrice Generale dell’istituto bancario, Lucia Siena, ha letteralmente conquistato il giudice unico di gara Beppe Bigazzi sbaragliando le altre due finaliste: BCC di Anghiari e Stia che pur si è avvalsa dell’ausilio di Augusto Tocci volto noto della “Prova del Cuoco”, che ha preparato i tortelli di patate, e Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale con i suoi spaghetti alla bottarga di tonno rosso. La supervisione tecnica dell’organizzazione è stata curata dall’ Università dei Sapori di Perugia. A presentare la sfida è stato il conduttore televisivo Paolo Notari.

Nell’occasione la BCC di San Giovanni per la quale sono intervenuti il Presidente Giuseppe Palladino e l’intero CdA, il DG Augusto de Benedictis e numerosi dipendenti-supporter, ha presentato anche altre prelibatezze prodotte da alcuni suoi soci che hanno letteralmente deliziato il palato della giuria e del pubblico: gli olii di “Mimmo D’Apolito”,le mozzarelle di bufala del “Parco”, i caciocavalli podolici di “Giuseppe Bramante”, il canestrato dell’ “Az.Agricola Macerone”, il panettone con le olive glassate del “Forno San Marco”, le fave di carpino dell’”Az.Agr. Di Nunzio”, le confetture dell’ “ Az.Agr. Tenuta Caselle” ed i vini delle “Cantine Teanum”.

Per tutti uno straordinario successo con commenti estasiati! Per la BCC la conferma della correttezza delle strategie di “comunicazione aziendale” tese all’esaltazione del territorio e dei suoi rappresentanti.

(comunicato stampa)

Redazione Stato

Spello, Oleide: vince la BCC di San Giovanni Rotondo ultima modifica: 2014-11-17T17:00:15+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi