Cronaca
A breve incontrerà i vertici della sanità locale

Masselli Mascia, torna a riunirsi il Comitato permanente Pro-Ospedale

"L’ospedale Teresa Masselli Mascia – aggiunge il consigliere comunale Arcangela De Vivo – è un presidio che serve l’intero Alto Tavoliere"

Di:

San Severo. È tornato a riunirsi il comitato permanente Pro-Ospedale al fine di salvaguardare il futuro dell’Ospedale Masselli-Mascia e i servizi a favore dell’utenza dell’Alto Tavoliere. Il comitato dopo un’attenta riflessione a breve incontrerà i vertici delle strutture sanitarie locali al fine di analizzare i servizi all’utenza, approfondire le necessità e i bisogni dei cittadini e promuovere nuove strategie di intervento al fine di potenziare i servizi sanitari locali.

“L’incontro – spiega il consigliere comunale e presidente della IV commissione consiliare socio-sanitaria, Arcangela De Vivo -, alla presenza anche dell’assessore alla Sanità Raffaele Fanelli è servito a fare il punto sulla situazione locale e ad ascoltare i bisogni della comunità rappresentati dalle diverse anime che compongono il comitato”. Tra le iniziative che il comitato “Pro Ospedale” intende sottoporre alle autorità sanitarie anche il cambio della denominazione dell’ospedale Teresa Masselli Mascia in ospedale Teresa Masselli Mascia ospedale dell’Alto Tavoliere.

“L’ospedale Teresa Masselli Mascia – aggiunge il consigliere comunale Arcangela De Vivo – è un presidio che serve l’intero Alto Tavoliere e quindi l’aggiunta della denominazione ospedale dell’Alto Tavoliere è d’obbligo anche nell’ottica di evitare che il nostro nosocomio possa subire depauperamenti sia strutturali che dell’organico medico-infermieristico. Inoltre è necessario tutelare e motivare il personale che già ci lavora. Durante gli incontri con i vertici sanitari ribadiremo che c’è bisogno di seguire non la logica dei numeri ma dei servizi per quello che secondo noi è a tutti gli effetti un ospedale di primo livello”.

San Severo, 17 novembre 2016



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati