BAT
Chiesto dalla Procura di Bari

Truffa Asl Bari, chiesto sequestro 5 mln

Quattordici gli indagati, fra cui l'ex direttore generale della Asl di Bari Lea Cosentino

Di:

(ANSA) – BARI, 17 NOV – Un sequestro preventivo di 5 milioni di euro è stato chiesto dalla Procura di Bari per la presunta truffa sulla fornitura di carrelli e vassoi per la somministrazione dei pasti nell’ospedale Di Venere di Bari-Carbonara (Bari), risalente a quasi dieci anni fa. Quattordici gli indagati, fra cui l’ex direttore generale della Asl di Bari Lea Cosentino – ribattezzata ‘lady Asl’ – dirigenti e funzionari Asl e imprenditori, accusati a vario titolo di frode in pubbliche forniture, truffa aggravata, falso materiale e ideologico



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Alfredonia

    Questi sono i veri TAGLI della sanita’, e non la chiusura di Ospedali e tang… ticket di 10 euro ogni impegnativa medica che ogni cittadino e’ costretto a pagare per curarsi.
    Bisognerebbe indagare subito, e presto, e non dopo 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati